CHE NESSUN SBIRRO PORTI VIA I BAMBINI CLANDESTINI.

 

Visto che un cristiano come il signor Giovanardi solo delle Badanti si "preoccupa", IO, VITTORIA dico:

E LE LEGGI CI SONO PER VIOLARLE!!!!

 
la legge:
 
 
"Siccome al peggio non c’è mai fine, il governo che perseguita i migranti senza permesso di soggiorno ora si concentra sui loro figli appena nati. Un articolo passato finora quasi inosservato del «pacchetto sicurezza», il 45 [comma 1 lett. f], ora in discussione alla Camera, impedisce la registrazione alla nascita dei bambini nati da cittadini stranieri «irregolari».
Le conseguenze di questa modifica normativa sarebbero gravissime. I bambini non registrati alla nascita resterebbero senza identità, completamente invisibili e quindi inavvicinabili per i servizi sociali, sanitari [si pensi alle vaccinazioni], per la scuola. Come spiega l’Associazione studi giuridici sull’immigrazione [Asgi] «vi è inoltre il forte rischio che i bambini nati in ospedale non vengano consegnati ai genitori», perché privi di documenti, oltre che di permesso di soggiorno, «e che siano dichiarati in stato d’abbandono». Per evitare questo, o semplicemente per la paura di perdere i propri bambini, è probabile che molte donne in condizione «irregolare» decidano, al momento del parto, di non rivolgersi a un medico o a un ospedale, con serissimi rischi sia per la salute della madre che per quella del bambino.
La norma prevista dal pacchetto sicurezza funziona così: l’articolo introdurrebbe l’obbligo, per il cittadino straniero, di esibire il permesso di soggiorno in sede di richiesta di provvedimenti di stato civile, tra i quali sono inclusi anche gli atti di nascita. Per cui senza permesso di soggiorno non è possibile richiederlo, e gli ufficiali di stato civile dovranno rifiutare di registrare il neonato se i suoi genitori non hanno il permesso di soggiorno."
 
COME SI VIOLA LA LEGGE:
 
http://www.youtube.com/watch?v=pf8KIQ1QJho&feature=related
 
ORGANIZZARSI PER VIOLARE LE LEGGI!
 
precedenti storici di leggi da VIOLARE:
 
http://www.storiain.net/arret/num84/artic3.asp
 
Caro Guido,
oggi che compi diciotto anni, voglio raccontarti cose che non sai ed esprimerti sentimenti che non conosci. I tuoi nonni appartengono a quella generazione che attribuisce a ogni data un valore speciale e particolare. La nascita di un nipote è una di queste date (...). Oggi stai festeggiando i tuoi diciotto anni sotto un altro nome, accanto a un uomo e una donna che non sono tuo padre e tua madre, ma i tuoi ladroni. Loro neppure immaginano che la tua mente custodisce le ninne nanne e le canzoncine che Laura ti sussurrava, sola nella prigione, mentre tu ti muovevi nel suo ventre. Un giorno ti sveglierai, scoprendo quanto tua mamma ti amò e come tutti noi ti vogliamo bene. (...). Ti sveglierai un giorno da questo incubo, nipote mio, e sarai libero.Con tanto amore, nonna Estela"
Ma anche i figli non dimenticano e si è infatti costituito il gruppo "Hijos" che riunisce molti di quei ragazzi che hanno da poco scoperto la loro vera identità. Attraverso esami del DNA e ricerche accurate e approfondite cercano di rintracciare fratelli e sorelle spariti, cercando di smascherare le famiglie di quei militari che hanno dei figli pur essendo le donne geneticamente sterili. Un bell'esempio di queste indagini ce lo fornisce Marco Bechis nel suo film "Hijos" nel quale una ragazza argentina cerca di rintracciare il presunto fratello rubato e affidato a una famiglia di militari.
 
vittoria

L'avamposto degli incompatibili

HOME PAGE