RITALIN E PSICHIATRIA: TENERE LONTANO DALLA PORTATA DEI BAMBINI
ovvero controllo sociale preventivo:bambini schedati e psichiatrizzati

Tra 6 mesi verrà re-introdotto in italia il RITALIN, psicofarmaco prodotto
dalla NOVARTIS per la cura del disturbo ADHD ( deficit di attenzione e
iperattività).
La C.U.F. ( Copmmissione unica del Farmaco) ha approvato la reintroduzione di
questa anfetamina, ignorando volutamente i 2900 effetti collaterali fra cui il
decesso. Il RITALIN( principio attivo METALFENILDATO) e' stato messo fuori
commercio in Italia nel 1989, perche' considerato una droga; si trova infatti
nella tabella 1 degli stupefacenti assieme ad Eroina, Cocaina, Oppiacei, LSD,
ecc... .
Guardacaso la reintroduzione coincide con la fine di una ricerca in atto dal
2002 denominata "Progetto Prisma", attivata nelle scuole di 6 citta' campione
( Lecco, Milano, Rimini, Pisa, Roma e Cagliari) promossa dall' Istituto
Superiore della Sanità e finanziata dallo stesso Ministero della Sanità.
Questa ricerca si serve di un questionario rivolto ai genitori sui
comportamenti dei figli ( ragazzi della scuola medie tra gli 11 e i 14 anni)
con l'obiettivo di rilevare la cosiddetta Sindrome di ADHD. In ambito
psichiatrico si afferma infatti che i bambini troppo distratti e vivaci sono
malati a livello organico, quindi , da curare con lo Psicofarmaco. Si arriva a
psichiatrizzare fin dai primi anni bambini vivaci e distratti senza peraltro
tenere conto del contesto sociale in cui atteggiamenti, comportamenti, modi di
essere e pensare si sviluppano.
Questi "colpevoli iperattivi" che assumeranno il RITALIN saranno oltretutto
schedati in un registro nazionale dell'Istituto per la Sanità. Tutto questo
calza a pennello con 'attuale modello scolastico improntato ai "valori" della
competitività, della produttivita' e dell' omologazione che stanno alla base
della stessa riforma Moratti responsabile dei tagli al
personale, al tempo pieno e prolungato, alle attività didattiche, ecc... . I
bambini immigrati con difficolta' linguistiche e "culturali", quelli delle
classi subalterne le cui famiglie non possono sostenere i costi delle
ripetizioni private, i tradizionali " ultimi della classe", e chiunque abbia
problemi d'apprendimento in genere, rischiano di vedersi trattati come
"malati", come portatori di problemi individuali, di origine organica senza
alcuna relazione con il contesto ambientale e sociale e quindi psichiatrizzati.
Tutto questo a vantaggio delle multinazionali che producono e commercializzano
il RITALIN.
_______________________________________________
Contropotere mailing list
Contropotere@inventati.org
https://www.inventati.org/mailman/listinfo/contropotere