CARICHE A MESSINA

La violenta carica del 31 a Messina davanti al carcere nei confronti dei
manifestanti è l'ennesima riprova dell'innalzamento del livello repressivo
tanto generale quanto cittadino.
Essa infatti giunge dopo una serie di segnali che hanno portato in città un
clima persecutorio inaccettabile.
Pochi giorni prima infatti un'operazione a metà tra il ridicolo ed il
fantascientifico aveva portato all'arresto di alcuni ragazzi trovati in
possesso di pochi grammi di marijuana, al termine di un setacciamento
assurdo, condotto con un'enormità di uomini e mezzi, che aveva interessato le
vie del centro chiuse al traffico ed una delle più grandi piazze della città.
Esprimiamo ovviamente la massima solidarietà verso tutt* coloro che hanno
subito cariche e fermi davanti al carcere e proponiamo una riflessione comune
sulla repressione, inoltre proponiamo sull'argomento carcere di attivare in
città un momento di confronto.

Laboratorio per l'autorganizzazione sociale MESSINA