LA LEGGE NON LEGGE, SE LEGGE NON SA LEGGERE,
 IN QUANTO A SCRIVERE POI!


ovvero FUMUS PERSECUTIONIS , quello vero!

Davanti alla LEGGE c'è un usciere scriveva Kafka e al campagnolo che voleva
accedere alla porta inaccessibile della LEGGE l'usciere disse:

"Se ti attira tanto, prova a entrare ad onta del mio divieto. Ma bada: io sono potente. E sono solo l'ultimo dei guardiani. All'ingresso di ogni sala stanno dei guardiani, uno più potente dell'altro. Già la vista del terzo riesce insopportabile anche a me"

I campagnoli che reclamano l'accesso, che implorano persino la pulce  sulla pelliccia dell'usciere non ci sono più, almeno da queste parti;  restano gli uscieri, ossia i tutori della LEGGE.

 

Questa premessa ,quasi sia letteraria, per dire che quasi tutti i compagni del Comitato contro il carcere e la repressione di Viterbo hanno l'avviso orale di articolo 1, qualcuno più che l'avviso orale.

 

Che un rivoluzionario si becchi l'articolo 1, passi, è pure scontato, anche se potrebbe pure dire beh, c'è gente socialmente più pericolosa di me! per esempio tanto per restare nella pericolosità spicciola, che so,il presidente di Trenitalia Legittimo che in un articolo pubblicato sul Corriere della Sera del 13 febbraio corrente anno dice:

 

"i treni locali più profittevoli sono quelli vuoti.Ricordiamoci che il costo di un viaggio è pagato per un terzo
dal passeggero e per due terzi attraverso il contratto di servizio con la  Regione. Un treno vuoto ha dunque ricavi assicurati per due terzi, non ha  bisogno di pulizia, il personale di bordo non serve e nessuno se ne lamenta.
Un treno stracolmo invece è un guaio...".

 

Questo per fare un esempio minimale, senza citare la pericolosità sociale dei vari scandali e economici e di quelli sull'ambiente e sulle GRANDI OPERE.

 

Però è veramente indicativo dell'intollerabile a cui si è  giunti il fatto che i tutori del dis-ordine o meglio ancora del terr-ordine,  perché di terrordine si tratta,nel caso specifico dell'avviso orale di art.1 ad Antonio Rollo, conosciuto telematicamente come huambo, sia data la qualifica di socialmente pericoloso, per cose di cui non è mai stato accusato!

Ossia , riporto testualmente"infatti, il predetto annovera precedenti di  polizia per associazione con finalità di terrorismo e di ordine democratico(sic!); (vi giuro che è scritto così, perché dico che non sanno scrivere neppure ? infatti non capisco come faccia uno contemporaneamente e perseguire finalità di terrorismo e di ordine democratico!!!!!) chiudo l'inciso e continuo la citazione: "associazione sovversiva, devastazione e saccheggio, violenza privata, danneggiamento, invasione di terreni ed edifici, istigazione a delinquere, porto di oggetti atti ad offendere, armi ed altro"

di tutto di più insomma come alla TV.

Quale è il problema?

il problema è che il" predetto" in realtà risulta essere stato indagato solo per associazione e propaganda sovversiva,

e non per devastazione, saccheggio, violenza privata, porto di armi e via enumerando, questa volta hanno levato strage,

perché a febbraio Antonio Rollo e sua moglie nel curriculm avevano pure LA STRAGE!

Ora dopo 4 volte che i tutori del terrordine vengono a casa tua e  consegnano carte in cui dicono che sei indagato di cose per cui non sei indagato per un cazzo una, ossia io,Oliva Vittoria, ha il diritto di urlare

INCOMPETENTI, con una abbondante dose di parolacce dietro?

Se mi indagano per scarsa considerazione  e offese nei confronti dei tutori del terrordine non ho nulla da ridire: è un dato di fatto!!!

 

Prescindendo dall'affermazione democraticista di cui si riempiono sempre la bocca, quando si tratta dei problemi legali LORO e che cioè "uno è innocente fino all'ultima fase giudiziaria", tanto, che credo alla befana, io? so che per lo Stato un sovversivo un rivoluzionario non è mai innocente, e pure qui nulla da ridire: è un dato di fatto pure questo!!!

Prescindendo da questa affermazione, dicevo, che vale solo per i "presunti" imputati eccellenti, mi sembra veramente fuori di ogni norma che vengano applicato la pericolosità sociale per accuse non dimostrate, ma neanche mai fatte, ad una persona per di più prosciolta dal PM stesso di Cosenza perché non vi erano elementi sufficienti.

Eppure questi dati del processo del Sud Ribelle di Cosenza sono sempre lì come fatti ormai accertati, come se si fosse di già giunti all'ultimo grado di giudizio, persino se sei stato stralciato dall'inchiesta!

Perché io sto dando tanto risalto a questa cosa?

perché credo o mi illudo in una possibile giustizia giusta?

perché  credo o mi illudo in una democrazia che è una bufala di fatto:

NO:

Solo per dire che il problema vero non è quello che vogliono farci credere di un conflitto fra poteri, fra magistratura e potere politico,no,  il problema vero è il conflitto fra potenti e sudditi, fra chi ha il potere e chi no, per i rivoluzionari in questo modo: con la galera, con il 270bis, con gli obblighi di firma, con l'art.1 e tutti gli annessi e connessi di un codice FASCISTA;  per tutti gli altri, la cosiddetta gente comune, con la miseria economica imperante e con lo smantellamento di tutti i diritti.

 

Un sovversivo è un sovversivo , un rivoluzionario è un rivoluzionario e si accolla con dignità le sue responsabilità,

certo è impensabile che uno Stato che di fatto è uno Stato di Polizia ,è una DITTATURA, abbia il coraggio di assumersi pienamente questa responsabilità, oggi come oggi.la DITTATURA si chiama CIVILTA' , Si chiama DEMOCRAZIA, ed è tanto tanto UMANITARIA, tanto tanto da essere diventata un bene da esportazione.

Perché poi il risultato di tanta DEMOCRAZIA quale è?

ma quello che andava per la maggiore sotto il regime di Mussolini:

QUI NON SI FA POLITICA

Perché dopo uno, due avvisi orali, basta che fai una riunione un volantino e sei fottuto:"la competente AG" provvederà "ad una delle misure di prevenzione previste dall.ad 3 della legge n.1423 del 27/12/1956."

Ora questo è un provvedimento che non è messo in atto solo nel viterbese, ma in troppi troppi posti, ed ora di incominciare a dire

BASTA

 

Vittoria Oliva

L'avamposto degli Incompatibili