LA SPAGNA TORTURA

Un giovane arrestato a Donostia ha denunciato di esser stato violentato dalla Guardia Civil

· Il giovane di San Sebastian Aritz Beristain, arrestato lo scorso giovedì nell’operazione realizzata dalla Guardia Civil nel capoluogo basco, ha denunciato ieri, durante l’udienza presieduta dal giudice Baltasar Garzón, di aver subito numerose torture. Il suo avvocato ha raccontato al giudice: «che gli è stato introdotto un bastone nell’ano, che è stato costretto a ingerire il suo stesso vomito, che è stato soffocato con una busta di plastica applicata sulla testa ('la bolsa'), che i poliziotti gli hanno ripetutamente ripetuto che avrebbero violentato sua madre e la sua compagna, che lo hanno avvolto in una coperta e poi picchiato, che gli è stato sparato alla testa un colpo di pistola a salve...». Beristain è stato trasportato alla prigione di Soto del Real insieme a Oier Elorza, un altro giovane comparso ieri davanti all’Audiencia Nacional. Al giovane di Ulia non è stato permesso, dal giorno del suo arresto, di mantenere nessun contatto né coi suoi familiari né coi suoi avvocati.

Mercoledì 13 settembre 2002

 

Marco Santopadre – Radio Città Aperta (Roma)