EVNI LIBERO!  GULER ZERE LIBERA!  I BAMBINI TERRORISTI LIBERI!


ADANA (DİHA) – L'associazione dei famigliari dei detenuti ha dichiarato:"Non lasciamola morire in prigione", riferendosi a Guler Zer che come detenuta sta ricevendo un trattamento per il cancro in prigione.Gule Zere sta ricevendo le cure per il cancro nel carcere femminile chiuso di Karatas a Adana.I membri dell'associazione di solidarieta' dei familiari dei prigionieri-Tayad-hanno chiesto che venga rilasciata attraverso un comunicato stampa. Il comunicato stampa e' stato condiviso da altre ONG collegate ai diritti dei prigionieri politici,attivisti e partiti politici.
Secondo il comunicato stampa le condizioni di detenzione di Zere non sono appropriate per una persona ammalata di cancro. D'altro canto l'operazione medica per rimuovere il tumore e' stata ritardata anzich essere svolta il prima possibile. La gente ha chiesto di essere sensibile e di agire per la situazione di Guler Zere. La detenuta Gler Zere, che  in prigione da14 anni, sta ricevendo le cure per il cancro nell' Ospedale di ricerca di Balcali sin dal 2008.

Membro del Movimento libero e democratico delle donne detenuta
19.06.2009 17:49

 
http://www.youtube.com/watch?v=8iDqU5i6C88&videos=9d1J8SmjG3M
 

BİTLİS (DİHA) – Seyman Kandarcıoglu membro Movimento libero e democratico delle donne-DKH- detenuta dalla polizia del dipartimento di polizia di Bitlis.
Secondo le informazioni ottenute  stata portata al dipartimento di polizia di Bitlis.

Operazione militare a Lice-Diyarbakır
12.06.2009 16:15

DİYARBAKIR (DİHA) – Un'operazione militare si e' svolta nelle campagne di Lice distretto di Diyarbakir.Secondo le informazioni ottenute l'ampia operazione e' stata intensificata attorno ai villaggi di Derxist, Cemar e  Cınezur mentre una gruppo per le operazioni speciali,munizioni e e elicotteri del tipo Scorsky sono stati inviati nella zona delle operazioni.Le operazioni stanno continuando attraverso l'ampliamento.

Il numero dei detenuti aumenta a 20 inclusi 5 bambini a Bingol
12.06.2009 16:05

 
Lo sciopero della fame dei bambini detenuti e' finito
12.06.2009 13:39

İSTANBUL (DİHA) –Lo sciopero della fame dei 6 bambini durato sei giorni nel carcere di Maltepe e' terminato.I bambinio detenuti hanno svolto uno sciopero della fame per protestare contro i maltrattamenti dell'amministrazione della prigione.I sei bambini sono stati arrestati successivamente alla manifestazioni di protesta del 15 febbraio.La scorsa settimana i bambini hanno iniziato uno sciopero della fame per essere stati picchiati dalle guardie in prigione.
Secondo il padre del prigioniero V.B la situazione dei bambini detenuti non e' buona e i bambini hanno interrotto lo sciopero della fame dopo che una commissione e' andata a visitarli.
 
A proposito dei detenuti minori in Turchia:
Dal 2005 un emendamento del codice penale turco ha allargato l'incriminazione per terrorismo anche per i minori che commentono un reato in nome di una organizzazione politica pur non facendone parte: basta che scandiscano slogan a favore del Partito dei Lavoratori PKK, o tirino pietre durante una manifestazione: Pi di due mila fanciulli sono sottoposti a carcere duro negli ultimi due anni.
riporto le considerazioni dell'avvocata Nalan Erkem
 
Coloro che hanno combattuto per il PKK sulle montagne possono essere rilasciati dopo un certo periodo di prigione, mentre i bambini sono considerati dei terroristi anche se hanno soltanto partecipato alla riunione di protesta di un’organizzazione terrorista contro l’incremento del prezzo del pane. Questa un’ingiustizia” ha detto Ekrem."
 
 
Nuovo metodo della polizia per costringere le persone a diventare agenti; polizia psicologica
12.06.2009 12:36
 
BURSA (DİHA) – Probabilmente la polizia sta usando la polizia psicologica come nuovo metodo per costringere la gente a diventare agente a Bursa.
Murat Abi,  dello staff della rivista pro kurda Ozgur Halk(Popolo libero) ha dichiarato di essere stato forzato a diventare agente della polizia dalla polizia psicologica nel dipartimento di polizia di Bursa.Murat Abi e' stato posto sotto custodia mentre stava camminando attorno alla citta'.Egli e' stato costretto a diventare agente durante la sua custodia nel dipartimento di polizia di Bursa.
Secondo le dichiarazioni di Murat durante la sua custodia arrivo' uno spicologo per parlare con lui.
Murat aveva respinto le offerte del psicologo quando gli era stato detto di lavorare per la polizia.Allora gli altri poliziotti lo avevano picchiato in testa e sul collo.Dopo di questo e' stato minacciato
di non ritornare a Bursa.Murat spiega:mi hanno preso all'istituto di medicina forense dopo avermi picchiato.La polizia mi ha fatto pagare il prezzo della visita.Ho pagato 30 lire turche.Successivamente alle visite io sono stato preso dal procuratore che  ha minacciato me come la polizia.Io faro denuncia contro la polizia ed il procuratore.
 
 
 
Soldati picchiano minori su di un veicolo per detenuti
20.06.2009 12:41
HAŞİM ABAK

MARDİN (DİHA) –  I soldati picchiano minori M.O. (17) e P.İ. (17) per avere cantato una canzone su di un veicolo durante il loro trasferimento dalla corte alla prigione chiusa di tipo E di Mardin.
Secondo le dichiarazioni M.O. (17) e P.İ. (17) sono stati picchiati dai soldati nel veicolo mentre stavano tornando alla prigione dopo la loro udienza il 16 giugno.
Le famiglie dei minori citati si sono rivolte alla sezione dei Diritti umani di Mardin per chiedere assistenza legale e i legali di IHD  hanno svolto una ricerca circa le dichiarazioni.Successivamente alle ricerche e'stata confermato che sui corpi dei minori detenuti vi sono macchie nere e blu. Il legale Erdal Kozu e il responsabile di IHD di Mardin ed anche l'avvocato Hseyin Cang hanno dichiarato questo:usare la violenza su questi minori e' fuorilegge e tutte le azioni necessarie devono essere prese per punire gli ufficiali responsabili e i soldati.
Inoltre hanno aggiunto: i minori sono stati picchiati per avere cantato una canzone su di un veicolo e dopo sono stati insultati attraverso queste affermazioni:"Tu sei armeno, tu sei terrorista. Loro sono stati picchiati come sono stati ammanettati mentre stavano tornando alla prigione. Anche su queste violenze e serie ferite non  stato dato loro nessun referto medico.
 
http://www.prato.linux.it/~lmasetti/antiwarsongs/canzone.php?id=1096&lang=it
 
vittoria
 
L'Avamposto degli Incompatibili

HOME PAGE