LETTERA DI ROBERTO NICOLOSI

Abbiamo ricevuto da un detenuto di Nuoro, Carmelo, una lettera che gli ha
inviato Roberto Nicolosi dall'isolamento. E' scritta con calligrafia di
difficile comprensione che denota lo stato di grave disagio di Roberto N.
 La rendiamo pubblica, fatela girare ovunque -odioilcarcere-
=====================================================================
Nuoro 6 luglio 2004
Ciao mio carissimo Carmelo, oggi con gioia ho ricevuto la tua del 3 luglio.
Ti auguro di cuore che questa mia ti trovi bene in tutto, io sto benissimo.
Carissimo Carmelo in merito di dare la mia lettera all'esterno fai pure,
ti voglio precisare che l'aggressione l'ho subita dal comandante in persona
e altri 30 guardie circa. Perciò (il comandante) non è stato il mandante
ma bensì l'esecutore.
Qui hanno portato uno che è 2 celle dopo di me, non va mai all'aria so che
si chiama Giovanni. Chissà se è di Sassari o provincia, ma non so altro.
Qui i passeggi sono inagibili in quanto i bagni sono otturati e senza tubi
né acqua.
Ti faccio sapere che il Direttore in persona mi ha detto che posso essere
trasferito e mi ha chiesto dove voglio andare, gli ho risposto dove posso
farmi la galera in santa pace, come a Spoleto, Palmi, o Voghera, in questi
ultimi ci sono già stato.
Leggendo la falsità con la quale mi hanno dato il 14bis con la motivazione
che ho aggredito un brigadiere, queste non mi toccano, sicuramente
ho paura solo che mi portano in un carcere dove vogliono (costruire una)
messinscena come hanno fatto già qui. Gli ho detto: voi sapete fare la vostra
parte (ma io ) ti faccio sapere che ho denunciato il brigadiere rifacendomi
alla dichiarazione che ho fatto davanti ai carabinieri il 14 giugno.
Venerdì pomeriggio 2 luglio ho visto l'avvocato Colli (o Lolli) gli ho dato
i fogli (della denuncia) poi gli ho detto che gli spiega tutto Carmelo
a cui io ho raccontato tutto. L'avv. mi ha visto quanto sono dimagrito,
ho cominciato a mangiare qualcosa solo domenica 4 luglio. Sono dimagrito
13 chili
e per tre gironi mi hanno dovuto fare la flebo in quanto non sono ristabilito.

Qui a mangiare e bere ora sto meglio, dicono che a giorni devo partire,
subito ti scriverò.
Ti ringrazio non mi serve nulla, scusami se non mi prolungo,
sto poco bene, ti abbraccio con affetto tuo Roberto