NON SOLO MICHELE NON SOLO BRUSHWOOD!

http://www.informa-azione.info/michele_fabiani_resta_in_carcere

Michele Fabiani resta in carcere. Lo ha deciso il 22 aprile la Cassazione, che ha confermato anche gli arresti domiciliari per Andrea Di Nucci.

COMPRENSIBILE!

ed anche coerente e determinato il braccio legislativo del Potere del Capitale a sanzionare e relegare tutti quei comportamenti che non sono ritenuti accettabili dalla società, che sono considerati scandalosi dalla società o per la loro carica eversiva o per la loro significazione di insostenibilità nell'adeguarsi ai ruoli codificati.

Così le inchieste per COPIA CONFORME verso i compagni si riproducono e moltiplicano e parimenti si sanciscono in modo punitivo tutte quelle figure che risultano sgradevoli al "vivere civile": dai rom, ai lavavetri,ai mendicanti.....

COMPRENSIBILE perché questa coerenza e determinazione GIOVA al Potere: "persegue" ed ottiene lo scopo di mantenere lo stato di cose presenti.

Il punto nodale per noi rivoluzionari è:

C'è altrettanta COMPRENSIONE coerenza e determinazione nel rispondere politicamente a questi attacchi?

L'impressione è che ognuno vada per conto suo e segua questo o quel caso particolare, manca insieme ad una visione totale del quadro generale una risposta unitaria. Eppure una risposta unitaria almeno sul piano della repressione sociale e della relegazione dei compagni bisognerebbe averla: è doveroso averla!

L'unica linea di divisione, il confine netto da mantenere è quello fra chi viene a patti colla compatibilità al Sistema Capitale e chi, invece, questo sistema infame ed infamante vuole abbattere.

L'UNITA' DEI RIVOLUZIONARI E' INDEROGABILE.

Perché troppi eroi sono sacrificati sull'altare del moloch del Potere e come diceva Brecht :beato quel popolo che non ha bisogno di eroi.

Se l'appello all'unità dei rivoluzionari vale in ogni situazione di scontro politico o sociale, penso che acquisti una particolare valenza nel caso dell'operazione Brushwood; non vorrei, compagni, che si sottovalutasse un importante passaggio di questa operazione: se è vero che tutte le inchieste, tutte le operazioni più o meno spettacolari che si sono succedute e succederanno, sono basate su indizi labili ed inconsistenti, risibili persino, qui si è andati oltre, molto oltre. In questa inchiesta, infatti, non c'è una organizzazione; si è andati oltre l'affinità, si è arrivati all' AMICALE addirittura, col pretesto "beh, sono anarchici che organizzazione dovrebbero avere?".Non sto a ripetere la famosa tiritera "hanno cominciato con gli anarchici, poi sono passati ai comunisti, poi agli ebrei....."

Sarà una tiritera, ma quanto aderente al vero!

Questo è un passaggio grave gravissimo che merita una risposta politica coerente e determinata dei rivoluzionari: una risposta unitaria dei rivoluzionari.Perché troppi di noi già sono sottoposti non solo alla galera, ma anche all'articolo 1, alla libertà vigilata a tutte quelle sanzioni che limitano il nostro agire politico.

MICHELE LIBERO!

LIBERI TUTTI!

CONTRO TUTTI I LAGER!

vittoria

L'Avamposto degli Incompatibili