IL VALZER DELLA TONACA

me so' fatta un pretino

m'ha dato alla testa

ammazza che toppa

a Nina, a Roscetta, a Modesta

venite qua!

che state a fa

nell'artre cittā?

An vedi la gente

an vedi che frotte

an vedi li moccoli

an senti li canti!

E chi l'ha mai visti tanti clienti?

me vič da cantā, da cantā.

 

Lassace perde, nun poi scopā

stasera, a cocco, c'avemo da fa!

E' vero so' vecchi, hanno mill'anni

ma pure loro vonno 'nzuppā.

 

Mamma mia che moccoli

che vedo qua attorno

le vie de Borgo

me parono come de giorno

de n'arta cittā, n'arta cittā.

 

An vedi li scribi

an vedi li farisei

an vedi  li scout e li chirichetti

an vedi l'ucelli che st'aria

mistica fa sfarfallā.

Va via moretto, e statenne a nanna

che questa sera c'ho troppo da fa

ciō li tartufi da riconsolā

e a te te tocca da mamma annā!

 

Me so fatta una tonaca

e l'ho fatta felice!

Me possi cecamme

se nun gli ho fatto perde il fiore

de verginitā, verginitā!

 

Verginitā! Verginitā!

gli ho fatto perde la verginitā!

Che sarā!

che sarā!

che sarā!

 

parlato: 

e saranno gli effetti di un funerale eccezzionale!

 

la scena č quela del film Mamma roma:

Mamma Roma cammina per le strade non deserte e buie

ma affollate e illuminate

dialogo tra il cliente e Mamma Roma

 

Cliente:

Ah Mamma Roma, ma sei blasfema assai!

poi nun te lamentā se te la fanno pagā

 

Mamma Roma:

e chi se lamenta?

sti giorni nun se lamenta né Roma né Mamma Roma!

so' sordi che corrono, meno male che ci so Li Papi, li Giubilei e i funerali de li Papi se no co 'sta crisi quanno lavorano quelle come me?

Blasfema io?

come tutti quelli che dicheno la veritā (risata)

Li scribi, ossia li giornalisti ch' hanno dato li particolari der sondino e de la sacca che nutriva er Papa quelli nun so' blasfemi, nun so' balsfemi quelli che hanno fatto diventā

'na agonia uno spettacolo?!

Pe nun parlā de tutti li farisei de politici  de tutti li colori e li paesi che se stanno a fā a passerella attorno alla bara.

 

Cliente:

c'hai ragione Mamma Roma, er monno

č de li scribi de  li farisei e de li tartufi.

 

vittoria