una favola!!!!!!!!!!!

IL PAESE DEL.....GRANDE PUFFO

Non c'era, c'è, non tanto tempo fa , ma ora, il Paese del Grande Puffo.
Era un paese già strano di suo, pieno di puffi, puffetti e puffane, ma cosa
diventò quando giunse al punto di essere il Paese del Grande Puffo!.

Genesi del grande Puffo

In principio c'era l'ordine costituito e costituzionale, magari pure
discutibilissimo, ma c'era!
qualcuno (Gelli?) disse: SIA IL CAOS
e il CAOS fu.

Tutti sanno che il paese del Grande Puffo è un paese non solo di eroi,
navigatori e poeti, ma anche di cantanti, e infatti il grande Puffo, così
narra la leggenda, pare che fosse un cantante in origine.
Fatto sta che questo Grande Puffo fece una carriera folgorante, in pratica
divenne tutto di più.
Costruttore, Imprenditore, proprietario di giornali e Televisioni, di market
e supermarket...., non si fermava mai, si gonfiava si gonfiava come la
famosa rana, solo che invece di scoppiare....diventava azzurro, cosa normale
per un puffo, ma lui divenne azzurro più!!! azzurro che più azzurro non si
può e quindi tutti i puffi, puffetti e puffane che si sa sono azzurri! nel
vedere questo Grande Puffo azzurro si immedesimarono talmente in lui da
dirgli: "sei tutti noi!"
Bisogna dire che aveva non poche abilità, non solo come manager, ma anche
come comunicatore, infatti riuscì a convincere tutti i puffi e puffetti e
puffane che potevano diventare dei Grandi Puffi " siete dei puffi, puffetti
e puffane, potete diventare tutti dei Grandi Puffi, certo non tanto Grandi
come me, ma da far invidia agli altri puffi e puffetti e puffane,si!".
Fu una vera rincorsa a diventare dei Grandi Puffi!
Specialmente al Nord, dove usci un Medio Puffo, non azzurro questo ma verde,
con una corte di puffi, puffetti e puffane verdi. Dei trucidi inveterati,
che stavano sempre a bestemmiare contro Roma ladrona, e ve la diamo noi
l'unità nazionale!, e ve lo facciamo vedere noi come l'abbiamo duro!(tant'è
che tutte le mignotte si trasferirono al Nord). Oh, ma c'è ne uno di questi
Puffi, abbastanza su di stazza che è una cosa tremenda! se non avesse
l'immunità sai quante volte l'avrebbero arrestato! infatti peggio di un
anarchico ha detto pure"la mandiamo affanculo l'unità nazionale, gliela
mettiamo nel culo all'unità nazionale!"
il Puffo Medio non possono arrestarlo perché in effetti quando parla non si
capisce quello che dice.

La guerra dei colori

Ditemi voi se il Paese del Grande Puffo doveva finire nel CAOS per una
storia di colori e di tonalità di colori!
In passato s'erano visti finire male paesi per storie di bandiere, di
religioni, di politica ma per storie di colori, no, mai!
Quando il Grande Puffo andò al potere, Grande Puffo azzurro fra i puffi
puffetti e puffane azzurri, decise che tutto dovesse essere azzurro, dalle
tivù, ai giornali, all'economia, alla magistratura...alle leggi.
I maligni, che ci sono sempre ovunque, pure nel Paese del Grande Puffo,
dicevano si.. si vuole tutto azzurro per farsi i comodi suoi, aggiustarsi le
cose sue, in specie i processi suoi. Questo i maligni, quelli più che
maligni finivano...arrestati.
E invece no, era proprio una questione di colori!
Lui voleva un mondo tutto azzurro...il migliore dei mondi possibili.
Incominciò a fare un casino della madonna coi giudici che portano toga e
tocco neri e quando sono in pompa magna vestono di rosso come i cardinali!
Lui li voleva puffi puffetti e puffane di colore azzurro dicendo "cazzo, vi
faccio diventare dei Grandi Puffi e manco mi dite grazie? mi date pure
addosso?" Come si offesero questi! noi siamo indipendenti, noi ci teniamo
all'indipendenza nostra, noi non vogliamo essere azzurri, vogliamo essere
neri, neri, peggio dei BB!!!! ; se vuoi saperla tutta noi vogliamo
arrestare tutti i BB e gli anarchici perché vogliamo essere neri solo noi!!!
Ma quello che poi faceva andare in bestia il Grande Puffo era il rosso; la
miseria, quando credeva di vedere rosso andava in bestia peggio di un toro!
Perché, per un difetto di vista vedeva rosso dappertutto. Ma... dove sta il
rosso?
Chiunque non gli stava bene era rosso!, ossia comunista.
Al Grande Puffo, nessuno aveva spiegato che il rosso non c'era più! che i
comunisti erano diventati come i Panda, lui era troppo occupato a diventare
Grande Puffo e non se ne era accorto!!!.
E invece di dirgli la verità su 'sto fatto tutti i puffi puffetti e puffane
e puffoncelli, a sto giro, che aveva intorno gli dicevano rosso, rosso,
rosso, rosso.... e lui e tutti i puffi puffetti puffane e puffoncelli
entrarono in paranoia.
Avevano voglia quelli che erano stati rosè a dirgli:" a parte che noi
eravamo rosè, ma non siamo manco più quello! in effetti non sappiamo manco
noi cosa siamo!!!! la miseria, un pò di gratitudine la dovresti avere, in
finale se non era per noi non stavi dove sei, non ti abbiamo rotto le
scatole sul conflitto di interesse, ti abbiamo pure fatto presiedere la
bicamerale, siamo stati sempre gentili con te e l'amico tuo verde, e tu
,'ncosì ci ripaghi? Ma se abbiamo fatto pure le guerre insieme! non siamo
rossi non siamo rossi!!!, fatte capace!".
Macché, quello continuava a vedere rosso.
E sbavava contro i comunisti e mai mai diceva avrebbe consegnato il Paese
del Grande Puffo ai comunisti, e ordinò che la trasmissione "Chi l'ha
visto?" diventasse "chi li ha visti?" e dovesse lasciare da parte i casi
umani per dedicarsi solo ad identikit e foto di comunisti, affini
,collaterali, in somma di tutti quelli che tendevano al rosso!
Ordinò pure che la trasmissione "IL GRANDE BORDELLO", ops, "IL GRANDE
FRATELLO" cambiasse registro, non telecamera in una "casa chiusa",
telecamere in tutte le case per scoprire i rossi e il rosso.
Come se non bastasse i puffi verdi ce l'avevano col bianco e dicevano che
sempre ricicciava il bianco, e che con questo bianco non se ne poteva più
col solito linguaggio trucido loro.
Ora con questa paranoia di colori succedevano le cose più assurde, pensate
che si misero a cambiare persino i colori della bandiera: il rosso lo fecero
diventare amaranto, il bianco avorio e il verde verde....oliva;-)))))))).
Poi per evitare un scannamento fra verdi e bianchi ci ripensarono, in finale
la bandiera vera è quella a stelle e strisce!!!
Sfornavano in continuazione leggi azzurre, a botta calda, poi magari si
scordavano pure di averle fatte!,
pensate che fecero una azzurrata su certe rognatorie, poi, per una certa
questioncella,mandarono dei puffi in Svizzera scordandosi che dovevano
grattarsi la rognatoria;-))), non vi dico le risate che si fece una certa
mortadella tra un pistacchio e l'altro!!!

La catastrofe finale

Il Paese del Grande puffo, pieno di puffi,puffetti e puffane, era dominato
dal colore azzurro, non c'era verso, tutti gli altri colori dovettero
soccombere, non si trovava più una cosa che non fosse azzurra, a parte il
cielo il mare che erano già azzurri di loro, divenne azzurra la terra,
l'erba, le case, le pecore, i piccioni, le galline, i fiumi, da bitumosi che
erano, li colorarono di azzurro! pure la monnezza era azzurra e messa in
balle azzurre e le discariche erano azzurre!!!
Ora immaginatevi tutti questi puffi, puffetti e puffane azzurri nel paese
tutto azzurro del Grande Puffo azzurro.
Per forza che si doveva arrivare alla catastrofe!
Già non si trovavano mutande rosse o un corno rosso, che notoriamente sono
dei portafortuna!, già a vedere tutto azzurro tanti incominciavano ad avere
la nausea, nonché le vertigini e a sbarellare di brutto, poi i semafori
erano solo verdi e azzurri le stragi diventarono non solo del sabato sera,
ma del lunedì, del martedì del mercoledì....!
Tutti avevano la gastrite e pure peggio, certo, la pasta e il riso non solo
avevano le scatole azzurre, erano azzurre pure loro! sugo azzurro, zafferano
azzurro,pizze azzurre con pomodori azzurri!!!!
pesche, albicocche, mele azzurre, con la biotecnologia si fa questo ed
altro!, il pesce azzurro era già azzuro di suo, ma la trota salmonata no, e
neppure il salmone! si salvarono solo le zuchhine che sono verdi, col fiore
rigorosamente azzurro però.
Immaginatevi i fiori di zucca azzurri fritti nell'olio azzurro con la
pastella azzurra!!!!!!!!!!!
Inoltre essendo tutto azzurro uno non aveva più i riferimenti, magari
pensava di andare alla Posta e invece stava alla Stazione, Pensava di andare
al Tribunale e invece si trovava al bar a bere un qualche beveraggio
azzurro!(niente caffè, te, birra vino ciocccolato!!!perchè non erano
azzurre! con queste cose le biotech avevano fallito;-)))) senza contare che
essendo le case tutte azzurre uno si trovava pure a casa di altri credendo
di stare a casa sua, se ci arrivava! perché in effetti si perdeva tra le vie
e le piazze azzurre ; se ci azzeccava a pigliare il tram azzurro giusto e se
indovinava la macchina azzurra sua! il lettore dice: e non c'erano i numeri?
si c'erano ma erano AZZURRI!!! mo' vai a leggere numeri azzurri su un fondo
azzurro! ti vorrei vedere te, ti vorrei vedere, a leggere numeri azzurri su
fondo azzurro!, nonché a scrivere la dichiarazione dei redditi su carta
azzurra con penna azzurra, nonché a fare bollette, ricettari, moduli con
azzurro su azzurro! a leggere libri con caratteri azzurri su fogli azzurri,
a scrivere meil con i tasti e i caratteri azzurri sullo sfondo azzurro, e le
leggi? le leggi erano scritte azzurre su i codici azzurri!!!!
E le partite di Pallone? a parte che i palloni erano verdi e azzurri, ma le
magliette dei giocatori erano tutte azzurre, coi numeri azzurri!, gli stadi
erano deserti, per chi cazzo tifafa uno?
Per non parlare di chi portava la divisa erano tutti in divisa azzurra come
gli avieri!
distinguere un vigile urbano da un carabinieri era un impresa!
E i soldi? i soldi erano azzurri con filigrana azzurra
con le cifre azzurre, fu una non voluta " cospirazione contro l'ordinamento
economico dello stato".
E così via.....
Potete immaginarvi il marasma totale a cui arrivò il paese dei puffi, dei
puffetti e dellle puffane, governato dal Grande Puffo.

Ma quello che fece precipitare la situazione, fu che tutti quelli che
tenevano in segreto per gli altri colori, data la situazione, aderirono in
massa al partito azzurro del Grande Puffo, insomma che potevano fare?
diventarono tutti puffi, puffetti e puffane azzurre o verdi !!!!!!!!!!!!!
E così fu che nessuno era più responsabile di un cazzo, tutti sti puffi,
puffetti e puffane potevano rubare impunemente, e persino accoppare
impunemente! mica solo durante un qualche G8, ma pure ,che ne so, qualcuno
poteva magari passare un sacco di volte con la macchina sul corpo del padre
e siccome era verde, non solo per la rabbia, la cosa diventava un tragico
incidente...oppure se aveva sulle scatole qualcuno bastava che dicesse "l'ho
visto rosso e l'ho fatto fuori!" e via con amenità di questo genere, tutto
era concesso ai puffi puffetti e puffane basta che fosserro azzurri o verdi!
E così fu che puffi, puffetti e puffane del Paese del Grande Puffo giunsero
all'estinsione come i Dinosauri.

Morale della favola:
ma non ti è bastata la lezione?
ma ancora intigni?
ma non ci hai già perso lo zampino?
ma il lardo non ti è rimasto indigesto?

vittoria