Turc-aggine ovvero Ticket a peso?

"Roma, 26 nov. - (Adnkronos) - ''Il Welfare inglese multa chi ha stili di vita scorretti? Anche il servizio pubblico italiano stabilira' entro dicembre il dovere di non ammalarsi: accanto al diritto alla salute verra' attribuita ai cittadini la responsabilita' di collaborare con il sistema sanitario''. Lo dichiara il ministro della Salute, Livia Turco che, intervistata da 'La Stampa', annuncia un pacchetto di misure ''identico per ispirazione'' a quello varato da Tony Blair in Gran Bretagna. ''Il governo
mettera' in guardia i cittadini sui danni dell'errata alimentazione, del fumo, dell'eccesso di alcol, dell'obesita'. Se non basta, passeremo alle vie sanzionatorie''
http://www.adnkronos.com/3Level.php?cat=Politica&loid=1.0.612388851

Non che mi facessi illusioni sul nuovo governo, ma almeno speravo di sentire meno amenità, per così dire; invece no, pure su questo versante fanno a gara a chi le spara più "leggere" in questo caso e si continua a ridere, sempre si fa per dire.


L'onorevole Ministro della Sanità insiste con uscite che fanno gridare "mamma la Turco".

Mi ha lasciato per così dire sconcertata ( per così dire, eh!) l'affermazione che il servizio pubblico, entro dicembre stabilirà IL DOVERE DI NON AMMALARSI, il che in sostanza significa che il ministero della Sanità si dovrà occupare dei sani e non dei malati! anche perché la maggior parte dei malanni sono dovuti ad un scorretto stile di vita.
Io magari concordo con questa affermazione lapalissiana, però sorge spontanea una domanda.
Ma chi ce lo assicura uno stile di vita corretto e decente onorevole Turco?
Nella finanziaria è previsto che si possono frequentare beauty farm aggratis? centri di dimagrimento aggratis?
massaggiatori e massaggiatrici aggratis? solarium aggratis? palestre aggratis? campi da golf aggratis?
dietologi aggratis?......
Poi ,i soldi per seguire la dieta che prescrive il dietologo chi ce li da?
Visto che in genere si tende ad ingrassare ad una certa età, si presume che la maggior parte dei ciccioni siano pensionati, dove li pigliano, i pensionati, i soldi per seguire la dieta del dietologo? Secondo un recente studio della Cisl, Fnp, (mica di chi sa quale sovversivo!)" nell'arco temporale degli ultimi 15 anni i pensionati con redditi bassi o medio bassi hanno avuto una perdita del potere d'acquisto pari a circa 320 miliardi di euro".
E il documentino della cisl continua

"Abolizione della perequazione semestrale all'inflazione

Per le pensioni basse che oscillano attorno ai 500 euro mensili lordi, la perdita accumulata dovuta all'abolizione della perequazione semestrale all'inflazione è stata pari a 60 volte l'importo della pensione considerata quindici anni fa. È come se i pensionati non avessero percepito per 4 anni e mezzo gli assegni pensionistici o come se per 10 anni avessero percepito la pensione solo per metà anno inclusa la tredicesima.

Per le pensioni medio basse, cioè di importo tra 600-1.500 euro mensili, la perdita cumulata dovuta all'introduzione della perequazione annuale all'inflazione, risulta dalle 57 alle 44 volte l'importo della pensione considerata quindici
anni fa. È come se i pensionati non avessero percepito gli assegni per un periodo da 4 anni e tre mesi a 3 anni e tre mesi; o come se per dieci anni avessero incassato solo dalle 7 alle 9 mensilità annuali e quindi come se
avessero percepito la pensione fino a luglio-settembre di ogni anno.

Sganciamento dalla dinamica salariale.

A togliere potere d'acquisto agli anziani c'è poi lo sganciamento dalla dinamica salariale. Le pensioni basse, a causa di questo provvedimento, hanno perso in quindici anni da 3.250 euro a 5.300 euro. La perdita in 15 anni è stata pari a 11 volte l'importo della pensione considerata all'inizio.
È come se i pensionati non avessero percepito per un anno l'assegno o se negli ultimi 11 anni avessero ricevuto solo 12 mensilità l'anno. Sempre a causa dello sganciamento dalla dinamica salariale, le pensioni medio basse
hanno perso in dieci anni da 5.500 euro a 6.300 euro. Lo studio mette in evidenza che all'inizio del 2000 circa 5 milioni di pensionati avevano un reddito da pensione fino a 1.000 euro al mese e circa 8 milioni di anziani
non arrivava a 1.500 euro al mese.

La tassazione locale.

Un'altra voce che incide sulla perdita del potere d'acquisto è la tassazione locale. Nei 15 anni c'è stato il passaggio da un sistema di detrazioni d'imposta a un sistema di deduzioni che ha riconosciuto ai pensionati una deduzione
annua inferiore ai lavoratori dipendenti.

Dalla ricerca Fnp emerge che le imposte locali negli ultimi anni hanno colpito indifferentemente tutti i contribuenti senza alcun riguardo per i pensionati. A farne le spese sono soprattutto gli anziani soli, quelli con fasce di reddito molto basse e delle grandi città soprattutto del Nord. L'aliquota media dei tributi locali è più alta per i pensionati che vivono da soli
mentre le coppie riescono meglio a ammortizzare le imposte connesse al possesso di un immobile. Un esempio: a Roma l'aliquota media per un pensionato che vive da solo con un reddito lordo pari a 6.700 euro è del 6,38% mentre per una coppia con lo stesso reddito è del 3,54%."



A questi dati, onorevole, aggiunga gli effetti dell'ultima finanziaria.


Ma è mai possibile che debbo ricordarvi sempre che quando pensate a provvedimenti legislativi non dovete basarvi su di voi ma su noi che ci becchiamo le vostre leggi??!!!
In ogni caso se la signora Turco e il suo staff si fa una breve ricerca su internet o demanda qualche collaboratore a farla, scoprirà che i ciccioni abbondano la dove non abbonda il denaro, almeno in occidente.
Per spiegare agli onorevoli: uno/a paga le bollette e gli restano i soldi solo per magnà monnezza, e questo vale non solo per i
pensionati.

"Se non basta passeremo alle vie sanzionatorie" dice l'onorevole, spero che si limiti solo al ticket ingrassato per i
grassi! perché il ticket si pagherà di sicuro, ma a peso, non so quanto sia costituzionale questa cosa, ma loro in costituzione sono più  esperti di me!, comunque a naso mi suona strano che un grasso debba avere un trattamento
diverso da uno magro, vorrei sentire il pare di un esperto in proposito che non sia Fassino o Ferrara però, onde non cadere in conflitto di interessi!

Non vorrei che i por-vvedimenti sanzionatori decurtassero stipendi e pensioni con la ritenuta :"magni troppi"e non vorrei vedermi girare per casa, oltre gli sbirri, pure chi mi controlla quello che tengo in frigo e in congelatore!
Non vorrei trovarmi con una nuova professione di " agente misuratore del contenuto calorico dei rifiuti", visto che già stanno pensando ad un certificato di compatibilità ambientale per le emissioni di gas delle abitazioni! e pure lì mica che la finanziaria prevede pannelli solari aggrattis per tutti, invece di "cchiù pilo per tutti!".

Non vorrei trovarmi in un Cpt per dimagrimento prima di fare un operazione al menisco, che poi si che svengo come Berlusconi!!!!!
Non vorrei trovarmi con gli agenti misuratori di cui sopra, che ad ora fissa, mi vengono a mettere sotto chiave il frigo!

E dai, su, onorevole Turco che i ciccioni sono già penalizzati per trovare i vestiti dato che i cinesi fanno taglie mini-mini-mini!

Ma è così difficile pretendere un po' di coerenza?
come si fa ad emettere provvedimenti "sanzionatori" contro il tabacco e poi raddoppiare la dose di spinelli?
come si fa a prendersela tanto a cuore per l'anoressia e poi sanzionare i ciccioni?
No, la coerenza non si può pretendere perché sono costretti a dare un colpo al cerchio e uno alla botte; hanno raddoppiato la dose di spinelli? per recuperare sul fronte intransigenza se ne escono con certe boutade, scordandosi che gli spinelli si fanno col tabacco anche!

Ma perché non ve ne andate a fare gli onorevoli della calzetta????!!!!!!!!

W BOTERO!!!!!

vittoria
L'avamposto degli Incompatibili