Questo il verso scritto dai giovani ragazzi neri con lo spray e poi ABBA VIVE

Non sarà il buio a far dormire la sua anima
Torna alla terra di origine il rifiutato Abba
torna alla terra dove i suoi spiriti lo attendono

Burkina Faso

Torna là dove l'uomo primigenio si mosse
e popolò la terra
un percorso a ritroso
un percorso contro natura

Partirono i suoi per giungere
alle nostre strade ingrate
quale viaggio
quale travaglio
dovettero affrontare
e qui diversi a guadagnare la vita

Nacque quel dono d'amore
Abdul
e la gioia della sua vita sbocciata
corse da continente a continente
Sapete dicevano laggiù
Abdul è nato è nato in Italia
fecero festa da continente a continente
così vicini così lontani
Abdul era un ponte
ma i ponti di questi tempi si abbattono
o coi bombardamento o con le spranghe
Abdul era un ponte
si era un ponte

Ma la ferocia non l'ha capito
il possesso non l'ha capito
e come il possesso può capire
l'amore?
come la paura può capire
l'amore
l'amore vuole il coraggio
l'amore vuole l'amore

Corrono per le vie della metropoli
i giovani neri e bianchi a gridare
la loro voglia di vita
di gioia e di futuro
corrono e gli storpi restano indietro

Non sarà il buio a far dormire la sua anima

vive nei cuori dei ragazzi
nei cuori che sono il futuro
vive nella giusta rabbia
vive e pretende la gioia

la vostra grazia che molti rifiutano
sarà l'unica salvezza dall'incubo della rovina

la vostra grazia che impudica diventa sgraziata

non sarà il buio a far dormire la sua anima

Torna alla terra di origine il rifiutato Abba
Burkina Faso
che in lingua more in lingua bamanankan
significa la terra degli uomini integri
Torna ad essere un ponte Abba
avete fallito
vergognosamente
come sempre

non sarà il buio a far dormire la sua anima

vittoria