HANNO FATTO UN GRAN CASINO
E L'HANNO CHIAMATO EURO

Quanto vale un euro?
sicuramente non vale una lira.
Nominalmente vale 1936lire virgola 27 centesimi.
il che significa che non è divisibile!!!
ma cazzo, non potevano fare virgola 28?
ora se uno va a prendere mezzo euro
l'euroconvertitore dice
1/2 euro = 968.14 (se è di quelli buoni, se no spesso ti dice =968 solandoti
i centesimi)
non è vero perchè se moltiplichi 968.14 per due viene
1936.28, in parole povere ci hai rimesso mezzo millesimo di euro e cioè una
lira.
Ma non è sempre così, perchè quando vai ad incassare lo stipendio o la
pensione i millesimi vanno arrotondati per difetto da 1 a 5 quindi mezzo
euro non viene più arrotondato a virgola 14 ma a virgola 13.
In parole semplici ci rimetti una lira ( 0 di più a seconda del converter)
quando incassi e una lira quando vai
a comprare il che di sicuro fa 2 lire.
Ognuno si faccia il conto sulla paga e la spesa sua e sa quanto ci rimette.
La mattina di capodanno sono andata al Bar, io ero ancora mezza 'mbriaca e
il barista pure e ci siamo messi a baccaja sulla tazzina di caffè.
Il barista mio, cioè il barista del bar a cui vado io, essendo un bar di
paese metteva la tazzina a lire 1.200, il che tradotto in euro per
l'euroconvertitore era 0.62, ma moltiplicando 0.62 per 1936.27 non da 1200
lire ma 1200.4874 insomma ci rimetti mezza lira.
Non solo ma ve lo immaginate il povero barista che gli vanno 10 clienti a
cui deve dare 38 centesimi di resto per ogni euro? 'mbriaco o no scemo
diventa lui e chi vuole l'agognata tazzina. Essendo 'mbriaco il barista mio
intignava e non voleva solare la mezza lira, a quel punto l'euroconvertitore
ha fatto tilt dando completamente i numeri!!!
Domanda di un avventore/trice 'mbriaca : " ma gli costava poi tanto
pareggiare un euro a 1936.28?"
A questo punto al posto del caffè chiede un altro cicchetto e ancora più
'mbriaca fa le sue considerazioni finali:" che abbiano assegnato quel valore
all'euro proprio per solare le lire?"
Il barista decide di farsi un altro cicchetto pure lui ed entrambi cantano
"ti sogno Buenos Aires".....
Ripresami dagli sgavazzonamenti capodanneschi, sono poi andata al
supermercato di sotto casa mia, e ho trovato la cassiera amica mia alla
quale avevano appicicato sul grembiule una bella patacca con su scritto
"l'euro prendilo con un sorriso", non vi dico come sorrideva verde!!! non in
senso islamico ma di bile, infatti:
Chi pagava in lire e voleva il resto in euro
chi pagava in euro e voleva il resto in lire per conservarsi i cimeli.
chi non voleva assolutamente gli euro
chi non voleva assolutamente le lire
la povera in mezzo a monete e monetine
lire euro centesimi perdeva completamente la brocca
anche perchè tutti stavano con i cavoli di euroconvertitori a controllare e
ricontrollare e lei hai voglia a dire "è tutto scritto sullo scontrino!!!"
volevano sapere da lei il perchè e il per come, niente da fare lo volevano
sapere da lei, la quale in effetti starà in quel posto giusto per due tre
mesi.
Gli ho deetto "non ti preoccupare, sai è come la storia del muro di Berlino,
sta caciara non durerà tanto, prima poi finirà la novità".
"come il muro di Berlino si" mi fa lei, che scema non è anche se ce la
vogliono far diventare "pure quando cadde quello lì dissero che ci sarebbe
stata la pace "eterna", guarda che pace! ora ci dicono che avremo tanto
benessere e l'economia andrà a gonfie vele, nel pallone andrà!"
E pure nel super mercato ci mettemmo a cantare io e lei :"ti sogno Buenos
Aires".....

Poi mi sono detta vediamo che succede in Banca, volevo chiedere di quanti
euro stavo sotto, visto che sto sempre sotto. Una fila incredibile.
Sono andata al Bancomat e ho prelevato 50 euro cioè 96.800 lire secondo il
converter rimettendoci 13 lire e 5 centesimi sempre per il solito calcolo
riferito a mezzo euro e scusate se è poco.
Sta volta non ho cantanto anche perchè cantare con un bancomat....ma a
vedere quella carta velina di moneta ma proprio carta straccia, manco buona
per il bagnetto mi veniva da piangere altro che cantare, e dire che a tanti
gli si sono appiccicate tanto sono sottili e invece di una 50 gliene
sono venute due tre incollate, a me no!!!
per le scale al ritorno poi ho trovato la vecchietta del piano di sotto, si
chiama Fortunata!, la quale con le lacrime agli occhi mi mostrava il
microscopico centesimo di euro e mi chiedeva "che è? quanto vale? non lo
vedo, non riesco a vederlo!"
Ma come non avevano detto che i vecchietti sarebbero andati sul sicuro sul
liscio?
Ho notato però che gli spot televisivi sull'euro sono leggermente cambiati,
fino a prima che entrasse in vigore dicevano "tutto resterà uguale" ora
dicono "tutto resterà uguale o quasi".

L'Avamposto degli Incompatibili