Passa un giorno, passa l'altro
sempre resta il buon Clemente
giacché essendo molto astuto
mai sarà da alcun fottuto.

Resta... lancia in... resta
mette una i invece di e
e con Mozart salva la testa
"così fan tutti!"afferma fiero
dalla culla al cimitero
(passando per l'ospedale!)

La sua bella che abbracciollo
gli dié un bacio e disse Veh!
bello mio caracollo caracollo
sempre complice di te.
(eh la famiglia è il fondamento della Società
specialmente delle SpA!)

Lui donatole un anello
sacro pegno di sua fé
le metteva nel borsello
quel che mai toccherà a te
( e manco a me!)

Fu alle nove di mattina
che Totò usci bel bel
non andava alla marina
tutto preso dal rovel

Come seppe la sentenza
non gli venne il mal di mar
quel bel tipo d'una lenza
torno tosto a respirar

Non colluso che bellezza!
il cannolo si mangiò
e con grande contentezza
non mi muovo dichiarò

Papa ministri e deputati
stanno tutti a festeggia'
tutti freschi e depurati
per la santa società.

Tutti in piazza col furgone
tutti pigliano il passaggio
tutti a piagne sul fugone
W il Papa e il suo messaggio

E tu misero tapino
che non sei più un guerrier
guardi in fondo al tuo taschino
qualche euro per veder

Ma non sei più tanto scaltro
non sei più un lottatore
credi prima all'uno poi all'altro
e ti accodi al protettore

Passa un giorno passa l'altro
coi crociati sul groppone
noi finiamo nel baràtro
come miseri coglioni

Coi potenti sulla testa
sempre chini a quelli lì
senza aver la lancia resta
trasciniamo i nostri dì.

vittoria
L'Avamposto degli Incompatibili