I nomi di quelli di cui abbiamo
nausea
schifo
LUI
un innominato fra i tanti

Pensate
voi che non vi sentite
coinvolti
al viaggio travagliato
morire
cercando testardamente
la vita

le storie e i fatti loro
che risuonano
sordidi sempre
miserandi sempre
e il silenzio sulle vergogne
che incitano alla vendetta

Pensate voi che non vi sentite
coinvolti
il coraggio
di lasciare guerra e soldati
mettersi fanciullo
in viaggio

certo era rimasto solo
senza nessun affetto
senza legami
morti tutti
fra le macerie

dall'Afghanistan
alla Spagna
alla Grecia
all'Italia
con i suoi teneri piedi
e le piccole mani
testardamente avvinte
alle corde

Voi potenti che vi gloriate
di cadaveri che sono la
sostanza
delle vostre fortune
voi che martoriate
e squartate l'umanità
senza vergogna
gloriandovene perfino
dal più profondo del
cuore
vi maledico

E non mi basta

anelo ad una
vendetta collettiva
senza giudici
senza processi
una vendetta
ferina
una vendetta
animale
in cui
ritrovare
la dignità
umana


http://www.romagnaoggi.it/showarticle.php?articleID=289095&section=news/Forli

Vittoria
L'Avamposto degli Incompatibili