Ogg: La storia della lotta ai desk a.v.-

Assistenza Invece di macchine da produrre e pezzi da contare, prenotazioni da effettuare.Invece di capireparto e capetti, miss e mister x, tutor e coordinatori.

La nuova assistenza alla clientela, senza uffici, senza sedie, sempre in piedi al freddo ed al gelo, è partita, naturalmente ad alta velocità.Unilateralmente imposta dall'azienda, con l'oggettivo avallo sindacale, l'informazione mobile ristruttura i criteri di valutazione e selezione del personale insieme a quelli delle lavorazioni "dedicate".
La produttività viene misurata in base ai cambi-prenotazione effettuati, e la classifica degli s.t.c. viene compilata in base al rendimento relativo al numero delle bigliettazioni quotidiane.
Il cosiddetto "supporto" del desk. A.V., completo di p.c., palmare e cellulare fa il resto, incatenando i colleghi alla postazione esterna, trasformandoli in vero e proprio accessorio tecnico intercambiabile ( quando uno è surgelato, sotto un altro! ). LEGITTIMA DIFESA!

Sarebbe stato facile preservare la propria salute e la propria sicurezza non effettuando il nuovo servizio; bastava semplicemente una chiara indicazione sindacale ai colleghi.
Indicazione che non c'è stata, nonostante fosse stata più volte auspicata dal personale e chiaramente richiesta in diverse pubbliche assemblee.
Le oo.ss. se la sono cavata, con le più diverse motivazioni, annunciando la chiamata dell'ispettore del lavoro, che a 2 mesi dall'apparizione dei desk a.v. ( 14 dicembre 2008 ) ancora non si vede.
è evidente che la promessa dell'ispettore è servita ad impedire una azione di lotta dei colleghi che davvero, e da subito, avrebbe bloccato il nuovo "giocattolo" Trenitalia, difendendo salute e sicurezza dei ferrovieri e contemporaneamente riaprendo una vera assistenza alla clientela nella stazione più grande d'Europa.
E invece niente!
Siamo allo sbando completo, al si salvi chi puo', all'arrabattamento quotidiano, all'impotenza.
C'è chi, per motivi di salute si rifiuta di uscire all'aperto, c'è chi si oppone individualmente, ma la maggioranza dei colleghi china la testa e va, cercando di coprirsi al meglio e aspettando che l'ennesima giornata passi in fretta. E cosi', dalle 6.00 alle 22.00, i due desk a.v. la fanno da padrone sul piazzale di Roma Termini, spettatori muti dell'avvicendamento alle strumentazioni ( spesso rotte ed inutili!) di unadecina di malcapitati colleghi di servizio, ed al servizio del 5% della clientela di trenitalia, quella dei frecciarossa.
Per chi apre bocca, si indigna, si rifiuta, non fa bigliettazione, non indossa l' ennesimo "fratino" di riconoscibilità, c'è pronto il rapporto del coordinatore, e la conseguente punizione aziendale per "infrazione agli obblighi contrattuali". Insomma, questa volta non c'è nemmeno "bastone e carota", c'è solo bastone: o al freddo e al gelo o rapporti e punizioni.
Il tutto, nella completa assenza ( o complicita? ) delle oo.ss, che non hanno visto, o fanno finta di non vedere, che a Bologna ( ma non solo ) la lotta dei colleghi ha chiuso i desk a.v., e che magari a Roma ed in tutt'Italia si puo' fare la stessa cosa.
Basta rendersene conto, essere più uniti, decisi e combattivi.
Le cose possono cambiare, e non solo in peggio, come siamo abituati, e se il sindacato ormai non esiste più, faremo da soli!
Di certo, nessuno di noi dimenticherà mai questa inutile crudeltà aziendale nè la ridicola pantomima sindacale.
Di certo, ce ne ricorderemo alle prossime elezioni r.s.u., se e quando si decideranno a farle.è una questione di legittima difesa, da azienda e sindacato.

ASSEMBLEA FERROVIERI ASSISTENZA ROMA TERMINI

---------------------------------------------------------------------------------------

Ogg: [macsimail] ALTA VELOCITA' PUNIZIONI A RAFFICA ANCHE ALLA;ASSISTENZA DI ROMA TERMINI

*L'ALTA VELOCITA' OLTRE A PROSCIUGARE LE RISORSE PER IL TRASPORTO PENDOLARI, CONFINARE I TRENI "NORMALI" FUORI DALLE LINEE PIù MODERNE E STRIZZARE LA TASCHE DEI CITTADINI, è UTILIZZATA ANCHE PER AGGREDIRE I DIRITTI E LA DIGNITA' DEI FERROVIERI.*

*- MACCHINISTI DISCRIMINATI PER LE ABILITAZIONI E L'ACCESSO AI TURNI;*
*- MOLTI IMPIANTI PdM E PdB E INTERE REGIONI ESCLUSI DAL TRAFFICO AV;* *- MACCHINISTI, CAPITRENO E CST SOGGETTI AL NUOVO CAPORALATO;*
*- CLIMA DI INTIMIDAZIONE E ABUSO DELLO STRUMENTO DISCIPLINARE PER TUTTI GLI ADDETTI;*

QUESTA è PER NOI L'ALTA VELOCITA'

QUELLO CHE ACCADE A ROMA TERMINI ALL'UFFICIO ASSISTENZA ALLA "CLIENTELA" è L' ULTERIORE DIMOSTRAZIONE DELLA NECESSITA' DI ORGANIZZARSI, ESSERE UNITI E SOLIDALI.

---------------------------------------------------------------------------------------------------

_ ANCHE A ROMA TERMINI I FERROVIERI SOTTO ATTACCO:
*_*Solidarieta' ai colleghi sospesi !*

*Puniti senza rubare,*
* nè aggredire dirigenti,*
* nè sequestrare manager,*
* o assentarsi arbitrariamente dal servizio,*
* o maltrattare qualche viaggiatore.*

_*Decine e decine di giorni di sospensione.*_


*Quello che segue è il testo che sara' appeso in "assistenza", a Roma Termini, per essere prima firmato dai colleghi che lo vorranno fare, e poi inviato a tutte le oo.ss., perchè al più presto convochino un'assemblea straordinaria di tutto il personale che faccia il punto della situazione, e che riporti un minimo di tranquillità nello svolgimento del nostro servizio.

Intanto, la conta dei giorni di sospensione è di 6 gg. per .....,2 gg. per ....,2 gg. per .....4 gg. per .... .....e purtroppo, quasi certamente, se ne aggiungeranno degli altri.

Per aver solo criticato costruttivamente i desk AV. Perchè vogliamo lavorare meglio, in sicurezza, in salute, con più efficienza e produttività.

----------------------------------------------------------

*/Chiediamo a tutte le organizzazioni sindacali ed all' R.S.U./r.l.s. 48 l'immediata convocazione di una assemblea straordinaria del personale per discutere il da farsi./*