Voglio sforzarmi di cercare la logica non immediatamente apparente di tutto questo sfacelo che sta avvenendo intorno a me.
Ho delle difficoltà, dico chiaramente che ho delle difficoltà e proprio per questo sento il bisogno di esternarle.

Sento che il tema SICUREZZA e altre motivazioni non sono sufficienti a spiegare le molteplici sfaccettature di questo disastro, il tema SICUREZZA deve nascondere interessi ben concreti: le guerre tra poveri, tra diversamente emarginati non si scatenano solo per farli scannare tra di loro, per deviarli dai problemi reali, non solo per quello . E allora penso che i pogrom contro i Rom sono avvenuto in prima battuta a Ponticelli, dove c'è il problema dei RIFIUTI, come ho detto in "Ronde e Rondò": provo a capirci qualcosa di più mettendo insieme alcuni elementi:

Zona di camorra, lì il territorio è controllato dalla "famiglia" Sarno,come è noto a quelli che vivono in quella zona e a chi si interessa di questi argomenti, quindi gli interessi, il fatturato della mondezza, dell'edilizia e di tutto il resto è gestito dal clan Sarno. Succede così che la "famiglia"

Sarno affitta la zona ai Rom per farli stazionare coi loro campi e i Rom pagano l'affitto alla" famiglia" Sarno, chiamatelo affitto o pizzo. Il patto era: "50 euro al mese per baracca, fate quello che vi pare ma restate lontani dalle zone di spaccio"; ma i Rom di Ponticelli non si limitano solo a pagare l'affitto del terreno, i Rom debbono campare come tutti e leggendo, informandomi, sono venuta a conoscenza che una delle loro attività è il recupero delle batterie al piombo usate, quelle che gli elettrauto dovrebbero affidare alla società COBAT per lo smaltimento; gli elettrauto invece di pagare un sacco di soldi alla COBAT, preferiscono rivenderle ai Rom, la COBAT e la "famiglia" Sarno sono all'oscuro di questo traffico? difficile crederci.

RIFIUTI E RIFIUTATI si intrecciano c'è uno scambio continuo.

I Rom prendevano le batterie, le portavano nelle loro baracche recuperavano tutto quello che si poteva recuperare, piombo, ferro, rame per rivenderselo, beh c'è tanta gente al mondo che vive di RIFIUTI e sui RIFIUTI in modi diversi!:

loro avvelenandosi respirando il piombo e l'acido solforico; certo alla fine quando non c'era più nulla da recuperare i resti "restavano" nello stesso campo Rom che diventava discarica: nocività lavorativa e post lavorativa.

Scoppiano le rivolte della mondezza nel napoletano, il sistema di "riciclaggio" fino ad ora adottato non regge più, crea troppi problemi di smaltimento, ne hanno approfittato troppi e troppo, troppi interessi contrapposti lo hanno fatto collassare, si sommano, anche, problemi di ordine pubblico e di "salute pubblica".
L'attività, come tutte le attività deve essere riconvertita. Impresa non facile in tempi brevi come chiede il livello a cui è arrivata la questione e anche per la complessità della questione stessa. La camorra è un anello importante della catena di comando in Campania, ma è un anello, e la questione è ben più ramificata. Ditemi cosa in Campania succede senza che la camorra voglia o non voglia e insieme ditemi, però, anche, cosa succede o non succede in un meraviglioso attico di Milano o di Manhattan dove i flussi di capitali derivati dalla mondezza vengono "riciclati". Perché la mondezza non è solo quella che sconvolge tanto il Nap-olit-ano; la mondezza, quando non olit più, quando diventa pecunia e capitale la trovi ovunque: infatti le inchieste in merito partono dal Sud per arrivare al centro. al Nord e perdersi nei "santuari" esteri.

E' chiaro, almeno per me, che questo problema non è risolvibile senza mettere in discussione tutto il Sistema Capitale. Infatti chi è stato ucciso a Casal di Principe? un IMPRENDITORE, il signor Michele Orsi, il quale era il titolare di una impresa di "famiglia" la Eco4, addetta allo smaltimento dei rifiuti che aveva vinto l'appalto per lo smaltimento di detti rifiuti in 18 comuni del basso casertano.
Era stato incastrato da una delle tante inchieste che cercano di far luce sulla commistione fra politica e affari diversamente maleodoranti, nel caso specifico stava vuotando il sacco su gli intrecci fra camorra e mondo politico in merito ai rifiuti in Campania.
I segnali delle mafie sono sempre chiari,da Portella della Ginestra in poi: non vi pensate che potete andare più in là, gli affari delle mafie non si toccano, si toccano quel tanto perché facciate un pò di polverone, le cose ce le gestiamo noi fra di noi a suon di ammazzamenti, qui abbiamo cose più serie da gestire che le vostre parate del 2 giugno! Qui dobbiamo decidere se il controllo del territorio tocca ai Casalesi o qualcun altro e se VOI dovete stare agli ordini dei Casalesi o di qualcun'altro pigliatevi le mazzette, i vostri posti ai comuni alle regioni al parlamento e aspettate da chi dovete pigliare ordini!
Che poi questa è la realtà del Sistema, non solo in Italia ma in tutto il mondo, ormai lo sanno anche i bambini che distinzione fra economia detta illegale ed economia detta legale non c'è
OVUNQUE: che l'economia detta illegale
non si può smantellare perché crollerebbe pure quella detta legale. Veltroni ed altri possono fare tutti i proclami propagandisti che ritengono opportuni per dimostrare che la SICUREZZA è cercata a 360 gradi, ma la realtà è che la MAFIA che ha il vero bastone del comando non è "latitante" sta elegantemente assisa nei migliori e più o meno trasparenti palazzi di vetro.

Una riconversione di un sistema obsoleto è, però, necessaria e le riconversioni portano sempre i loro profitti.
Il guaio è che, come ho detto, non lo possono fare nei tempi sbandierati perché si è creato un tale sistema non solo di potere ma di gestione di tutta la faccenda che per riconvertirlo ci vuole il tempo suo, insieme naturalmente agli scannamenti per vedere chi vince i nuovi appalti della nuova gestione, del nuovo "riciclo" del sistema. La mondezza resterà lì finché non si sono risolte queste dinamiche, chiamiamole così. Resterà la militarizzazione, la superprocura e insieme verranno le guardie sanitarie, l'esercito per "emergenza" camorra, perché ai cambi di governo che vedono sempre le lotte fra "famiglie" contrapposte ora si sommerà pure la guerra per la riconversione degli smaltimenti dei rifiuti.
Magari i rifiutatori dei rifiuti campani saranno deportati per spruzzare i disinfettanti cogli elicotteri.

In ogni caso i passi per riconvertire un' impresa debbono essere fatti I Rom non servono più al ciclo produttivo finora adottato, i Rom debbono essere RIFIUTATI perché i RI-FIUTATORI fiutano che gli affari per restare affari debbono essere gestiti in maniera che non creino troppi problemi, tutti i cicli produttivi ad un certo punto diventano obsoleti e vanno "ottimizzati".
Non c'è solo l'attività dei RIFIUTI, ci sono tante altre attività: l'attività della droga, quella della prostituzione, quella delle scommesse clandestine, quella dell'usura......hai voglia a fare soldi con la mondezza , con la merda di ogni genere!
c'è anche quella fiorentissima della speculazione edilizia e grazie anche a Saviano si viene a sapere che l'area di Ponticelli è destinata a grosse speculazioni edilizie: alloggi del Pru (Piano Recupero Urbano), centri commerciali, arena per spettacoli e concerti , la costruzione dell'Ospedale del Mare : il piano deve partire entro agosto.

L'Area deve essere sgombrata da RIFIUTI dicono i RI-FIUTATORI..Lì c'è una marea di soldi che deve arrivare per la camorra e per chi sta agli ordini della camorra: il potere politico e amministrativo.
Bisogna fare piazza pulita e così arriva la bassa manovalanza della camorra in motorino a bruciare le baracche dei Rom.
Non c'è solo lo "scandalo "dei Rom, quindi, ci sono interessi economici ben precisi, del resto la ragione reale di ogni "fenomeno" è poi sempre economica, ci si innestano anche motivazioni sovrastruttura ma la base è sempre il flusso di denaro.E siccome poi gli interessi del ciclo produttivo mondezza e quelli delle aree per speculazioni edilizie sono su tutto il territorio nazionale i pogrom si allargano a macchia di leopardo, sulla base di motivazioni xenofobe che tornano utili per altre questioni.Sarei curiosa di sapere se in merito al piccolo pomeriggio degli specchi al Pigneto di Roma ci sono solo motivazioni sociologiche o anche altre motivazioni, date le mutazioni che quel quartiere ha subito e subirà.

Ora io mi sorprendo a pensare che questo discorso vale per tutte le mostruosità a cui assistiamo sconvolti e poco reattivi in finale, a cui diamo, in sostanza, spiegazioni sociologiche o para sociologiche soltanto.
v Evidentemente il tutto ci ha trovati impreparati. Come mai? Veramente non ci aspettavamo una redifinizione del quadro generale con la crisi galoppante che c'è?
Ho la inquietante sensazione che ci bombardano di provvedimenti SICURITARI ED EMERGENZIALI per farci perdere letteralmente quel poco di brocca che ci è rimasta, e nello stesso tempo mi conforta il fatto che in questa escalation la perdono anche loro, nel senso che una caterva di provvedimenti del genere non è gestibile, apre troppe contraddizioni. Certo non è confortante vederli crollare sotto il peso delle loro contraddizioni interne piuttosto che per una azione incisiva nostra, perché mancando una azione incisiva rivoluzionaria ogni via di recupero delle contraddizioni è possibile.

Sugli immigrati, per esempio, su questa caccia-ta spietata e feroce, sulla trasformazione dei cpt in centri di espulsione direttamente, comune a tutta l'Europa, non solo all'Italia in verità, tanto per restare nel nostro continente, è solo paura dell'"invasione" di "purezza della razza" o anche di altro?
Credo che anche qui si tratti di altro:con l'aggravarsi della crisi alimentare e con l'impossibilità del Sistema Capitale di risolvere un bisogno impellente come la fame, proprio ora è fallito un vertice FAO messo su alla svelta per le rivolte dei cereali, è prevedibile che una marea di piedi si metteranno in cammino verso le nostre sponde in maniera sempre più esponenziale: altri morti in fondo al mare, altri morti nei tir, altri pianti del Vaticano, altre querele di noi anime sante.

Io intanto mi chiedo ma quale altra motivazione c'è? I migranti servono: servono come mano d'opera e servono, come sempre, come sono serviti i migranti italiani in America in Svizzera, in Germania, come sono servite "le clandestine" fra le mondine, per tenere bassi i salari.

Ma quanto diventano troppi?

Allora non servono più: allora sono RIFIUTI.

Per gestire il rapporto forza lavoro- estrazione di profitto ci vuole un equilibrio: tot clandestini, tot non clandestini, se salta questo equilibrio il rapporto base del lavoro salariato: occupati-esercito di riserva non regge più. Come si gestisce una marea di clandestini con una marea di precari autoctoni?
Troppi precari autoctoni, troppi clandestini: il sistema collassa. All'inizio saranno gli uni contro gli altri, ma per quanto? dato che la crisi è strutturale, come diceva una vecchia canzone, cosa sarà di noi RI-FIUTATORI se questi straccioni si coalizzano? E i presupposti per una possibile unità ci sono, al di là del tutti gli sfigati contro tutti gli sfigati attualmente in atto.

La crisi è feroce a livello globale, in alcune zone scoppiano le rivolte per il pane, ma anche in occidente i banchi dei supermarket e discaunt incominciano a restare sprovvisti di alcune derrate che molti non si possono più permettere di comprare, in tanti fanno, invece del giro delle sette chiese, il giro dei posti dove ci sono le offerte, una settimana di passione giornaliera; alla terza settimana si guarda il frigo (che ancora devi finire di pagare!) ed ora che ci metto dentro? pago le bollette o cosa? beh intanto passo alla banca o alla finanziaria per la questione del mutuo, e per passare alla banca o alla finanziata passi, prima, dal benzinaio dove prendi la benzina a credito "segna", come una volta si segnava al negozietto sotto casa per le derrate alimentari.

Loro i migranti scappano perché non hanno pane e nemmeno acqua, perché tra l'altro è problematico anche l'approvvigionamento idrico: è carissimo qui, lì ormai è un bene di cui non c'è disponibilità; tutte le materie prime energetiche sono in costante aumento: gas, petrolio; per la questione dell'acqua fra il Tigri e l'Eufrate si scateneranno guerre, per i corridoi delle materie energetiche lo stesso: dall'Asia all'Europa est e Balcani, ossia in un punto cruciale dell'Europa.
Il collaudato meccanismo crisi- uscita dalla crisi con la rimessa in moto dell'economia attraverso la GUERRA non regge più, o meglio regge per gli affari dei variegati MAFIOSI al potere, ma il prezzo che le masse mondiali debbono pagare per questo meccanismo diventa troppo insostenibile. Disperati della parte più sfruttata del pianeta si riverseranno, sempre più, qui a sommarsi ai diversamente disperati di questa parte del pianeta. Ora è evidente che questa sommatoria porta al collasso del sistema che diventa ingestibile e quindi non più produttivo. E allora scattano i RIFIUTI, dando in pasto agli sfigati occidentali la razione abbondante di razzismo e xenofobia; per un pò reggerà, ma ci si riempie la pancia con razzismo e xenofobia?
Intanto tutta questa sofferenza che per loro MAFIOSI sono statistiche, truccate pure, e flussi di capitali e "giochi" di borsa, per i dannati della terra di una parte e dell'altra sono tragedie, impossibilità di sopravvivere e negazione di VIVERE.
Mentre sto scrivendo queste considerazioni, forse cervellotiche, forse giuste, nei Cpt di tutta Italia :

PEGGIO CHE A BOLZANETO PEGGIO CHE ALLA DIAZ.

Chi lo sa? Noi che navighiamo in internet, noi che siamo sensibili al problema della reclusione dell'esclusione.
I mezzi di informazione che tanto parlarono su Diaz e Bolzaneto, tacciono, non una parola sul fatto che a Torino c'è stato un morto "assistito" dalla Croce Rossa e che dietro muri e fili spinati con tanto di corrente da via Brunelleschi a Torino a Ponte Galeria e in tutta Italia ci sono PERSONE che gridano LIBERTA'! Alla richiesta LIBERTA', come sempre si risponde con galera, tortura e psicofarmaci nel cibo anche.

Ci sono PERSONE in questa civile Europa e in questo umanissimo paese di poeti, di navigatori ,di santi e di che altro, che saranno espulsi per andare a morire di fame , di guerre, di torture e di pena di morte inflitta dai BOIA dei loro luoghi di origine.

Non si deve sapere perché il meccanismo messo in moto di "la colpa di come ve la passate male è loro: sono loro che vi rubano tutto: lavoro, casa e pure donne, vi rubano il portafoglio, vi rubano i figli, vi sporcano le strade, degradano il vostro quartiere" deve reggere perché altrimenti il sistema collassa.

Il compito nostro è quello di far collassare il sistema: dicendo venite, venite, scappate dai Cpt o come li chiameranno, vi aiutiamo a scappare.

UNIAMOCI!

LA SOLIDARIETA' E' UN ARMA!

E TUTTI INSIEME RIFIUTIAMO IL LAVORO SALARIATO!

Perché a questo punto a me si pone il problema del lavoro salariato. Possiamo accontentarci di fare i SINDACALISTI?
possiamo chiedere LAVORO ancora e SICUREZZA sul lavoro?

Quando si muore di lavoro nei cantieri, nelle fabbriche, sui binari delle ferrovie, quando si muore in fondo al mare o nei tir per cercare lavoro e pane?

Perché accettare una vita da RIFIUTI per gli interessi dei RI-FIUTATORI?
Perché continuare tutti ad essere manovali delle MAFIE?

So già le obiezioni:

Come campo i figli? perché riesci ancora a camparli?
Dai retta a me, pigliali e portali al Papa: Santità: ospiti per la cappella Sistina, non ce la faccio a mantenerli più!!!
Pigliali e portali a Berlusconi: Cavaliere: ospiti pure per lei "riconverta" il suo mausoleo in asilo infantile!!! E poi non fare più figli, arriviamo, finalmente! a questa crescita sotto zero, lasciali fare ai negri, agli zingari ai bongobongo, perché mettere al mondo prole? per sentirsi proletari?

Ci proponi di fare i fannulloni vittoria?
Non ce provà io sto a parlare di rifiuto del LAVORO SALARIATO in modo di avere TEMPO DI VITA da dedicare alla RIVOLUZIONE, poi decideremo tramite la LIBERA ATTIVITA' UMANA COSA PRODURRE E COME PRODURRE.

E come vivo intanto?
Ma perché VIVI???!!!!!
ma perché il ricatto o così o non "vivi" regge ancora? regge ancora" o salti questa finestra o mangi la minestra"? dove sta la minestra?
la chiami minestra la risciacquatura delle stoviglie?

Sempre più il diritto non solo di campare ma di vivere, di gioire di avere il pane e le rose, ce lo possiamo scordare: solo cardi continuando a lavorare; cardi per cardi, almeno cardi senza LAVORO SALARIATO!!!!

In questo caso posso pure accettare la parola d'ordine SIAMO TUTTI ZINGARI!

Intanto rifiutando IL LAVORO sempre più precario, sempre più sottoprecario, sempre più schiavistico, smettiamo di scannarci tra di noi per il LAVORO, e già mi pare un gran risultato, perché in ogni posto di cosiddetto lavoro, mentre qualcuno si sogna il lavoratore con tanto di coscienza di classe in realtà si stanno a fare la guerra per fottersi il posto l'uno con l'altro, a poco pure, senza nessuna garanzia pure ,crepando pure perché ora la situazione questa è: mica hanno fatto le leggi SPECIALI sul lavoro così a caso!.Senza contare che sei sottoposto ad una catena di comando spietata come è la catena di comando della MAFIA e che alla fine acquisisci la logica della catena di comando.
Ma come non ti rendi conto che tutto sto travaglio tuo serve per mantenere una piramide di forchettoni, cucchiaioni, coltelloni, con al vertice la MAFIA?
Ancora ti vuoi liberare dal lavoro per mezzo del lavoro???!!!!! eppure questo passaggio è andato a puttane tante volete nella Storia!!!

INSIEME UNITI extra e no, Rom e no invece di stare sempre a correre di qua e di là per MENDICARE UN LAVORO facciamo la rivoluzione mandiamo a fare in culo il sistema dei RI-FIUTATORI!, non sarà il modo classico contemplato nei sacri testi, ma questa è la situazione, altrimenti: numero chiuso per clandestini, equilibrio di forza lavoro di riserva ritrovato e un culo un pezzo, un culo un pezzo come nella "classe operaia va in paradiso", sai fino a quando!

BASTA CONTINUARE A MORIRE DI LAVORO E PER IL LAVORO CLANDESTINI E NOI!

Alla fine di queste considerazioni squinternate il mio pensiero va alla mignotta amica mia:
Come al solito in questo delirio di pacchetto sicurezza e di emendamenti se la sono presi di nuovo colla mignotta amica mia!
Ogni volta debbono mettere in mezzo lei, è dal 2002!!!!

http://www.controappunto.org/documentipolitici/lamignotta.html

http://www.controappunto.org/documentipolitici/Untitled-1.html

Non può essere che questa crista ogni cambio di governo deve fare le valigie, ora incomincia da avere pure una età!!!
A 'sto giro le dico: con questa aria papalina che c'è invece del burqa voi mignotte vestitevi direttamente da suore che finisce sto tormentone che state senza mutande per strada!
Pare che hanno la fissa delle mutande, ma in realtà pure lì debbono regolarizzare il mercato: Accattò scordati di fare il pappone, che tra l'altro è proprio un lavoro di merda peggio di tutti i lavori di merda! lo farà una agenzia interinale per te!
così almeno finisci di "lavorare" pure te!!!

vittoria