RONDE E RONDO'

Per sentire bene un rondò bisogna pure capirlo e sapere che cosa è. Un rondò è un espressione musicale che strutturalmente presenta un tema che resta fisso, al massimo può avere qualche lieve mutamento, a cui si alternano altri temi in tonalità diverse, differenti dal tema centrale: il rondò nella sua forma più semplice può essere ternario ABA; può essere a cinque tonalità ABABA e infine il rondò sonata ABACABA.

A me sembra che ci troviamo a "sentire" un rondò sonata in cui:
A = SICUREZZA
B = ROM
C= MONDEZZA

Il tema dominante e quello A ossia Sicurezza: intanto seguiamo questo tema e le sue varianti.
E' un tema ossessivo di questi tempi, e suonato da tutte le "bande", fermiamoci però a guardare le ultime "misure" ; in finale la musica è una forma matematica del suono che può recare piacere o dispiacere!

Il nuovo governo, con il consenso più o meno convinto del governo ombra, e dovranno consentire visto che il tema dominante è quello della sicurezza, si appresta a varare un nuovo pacchetto sicurezza, pare che questa sia la priorità di ogni governo, che vede come temi dominati:
1) ulteriori provvedimenti contro l'immigrazione clandestina;
2) la figura di un commissario nazionale per gestire l'emergenza Rom.

a questo aggiungiamo un altra variazione che per me resta sempre sul "tema" sicurezza

3) eliminazione del Ministero della Salute suo accorpamento in un unico dicastero della SALUTE, del LAVORO e delle POLITICHE SOCIALI: il cosiddetto Ministero del Welfare.

Tutti questi nuovi provvedimenti si scontreranno con molteplici contraddizioni sia interne che di regolamenti internazionali e di certo anche questo governo avrà vita breve, anche questo governo farà cilecca di fronte alla ingovernabilità reale e di fronte alle "emergenze" che sono costanti. Io sono sempre più convinta che non verso un inciucio ma verso una qualche forma di governo di "salute" pubblica andranno appellandosi alla responsabilità di tutti i poli e sottopoli viste le note "gravi" del rondò, per ora comunque stanno alla collaborazione di fatto.

In merito alla variazione sul tema della sicurezza riguardante l'immigrazione clandestina, sappiamo che qualsiasi provvedimento non riuscirà a fermare l'immigrazione clandestina: i numeri chiusi non servono di fronte alle migrazioni; i clandestini troveranno sempre il modo di venire in maniera clandestina: con maggior pericolo, con maggiori sofferenze, con maggiori ecatombe di queste creature, con la moltiplicazione dello strazio per rifugiati e migranti. Del resto questi provvedimenti sono presi solo per mantenere una forza lavoro in stato di perenne schiavitù, lo sanno anche loro che dei migranti c'è necessità: per ora hanno fatto eccezione per le badanti, poi si accorgeranno di quelli che raccolgono pomodori e carciofi e così via, la presenza dei migranti è necessaria alla economia capitalista sia per avere mano d'opera a basso costo che per far accettare lavoro precario e salario minimo ai lavoratori autoctoni. Si tratta quindi di provvedimenti farsa che rientrano sempre e solo nel tema fondamentale di fomentare la guerra fra i poveri e far aumentare in maniera incontrollate la paura e la paranoia. Lo sanno anche loro che se non vengono più migranti in un paese a tasso crescita zero e con popolazione vecchia sono cazzi.

Sul commissario nazionale per L'EMERGENZA ROM non mi limito a fare una sghignazzata sull'"ossimoro" di costoro che sono federalisti e per la devoluzione e poi fanno un commissario nazionale; nel governo ci sono componenti nazionaliste della destra sociale e per ora se ne vanno a braccetto, per ora.Del resto non potevano fare un fottio di commissari per L'EMERGENZA ROM giacché ogni sindaco di polo e antipolo voleva il suo commissario cittadino!

Su l'EMERGENZA ROM , invece,voglio capire bene chi sono quelli che fanno le ronde e chi sono quelli che subiscono le ronde.

Chi sono i ROM?
i Rom sono gli ultimi nei gradini della scala sociale sono i paria dell'Europa, i nostri intoccabili.

Come tutti gli intoccabili hanno una speranza di vita molto bassa , fra i 40 e 50 e per questo motivo un'alta natalità: il 60 per cento di loro ha meno di 18 anni., il 47 per cento va dai 6 ai 14 anni, il 23 per cento fra i 15 e 18, il 30 per cento fra 0 e 5 anni. Questa è la fotografia reale dell'emergenza, possiamo dire che l'emergenza è la loro!
Perché poi tutti questi bambini vivono, tranne rare eccezioni,senza scolarizzazione, senza assistenza sanitaria e i rapporti sui Rom parlano di: quasi totale disoccupazione, analfabetismo diffuso, degrado ambientale, emergenza abitativa, emarginazione sociale, microcriminalità diffusa, tossicodipendenza, alcolismo: tutte cose che se si vanno a guardare bene si trovano, in forma meno eclatante, fra coloro che partecipano alle ronde. Quale è allora il problema reale? perché proprio negli ultimi anni è scoppiata questaEMERGENZA, dato che i problemi verso i Rom c'erano già con i governi sinistramente sinistri?
Perché in Romania c'è una persecuzione verso i Rom, e come qualche tempo fa dissero gli stessi mediatori di Opera Nomadi "guardate che c'è una bomba che sta per scoppiare due milioni e mezzo di Rom stanno per scappare dalla Romania ora che la Romania è entrata in Europa" Capite quale è il problema reale?
Ci possiamo riempire di una marea di mocciosi zingari che non hanno VOGLIA DI LAVORARE? Non hanno proprio nella loro cultura il concetto di MANO D'OPERA.
Può diventare un esempio scandaloso, è stato sempre un esempio scandaloso lo zingaro per questo suo rifiuto al COMANDO del LAVORO SALARIATO e per questo è stato perseguitato.
Uno schiavo come dice l'ingles in Queimada è molto meglio che divenga operaio: una puttana ti costa meno di una moglie e ti da meno preoccupazioni. Questi non vogliono essere né puttane né schiavi!che ci facciamo?
beh, li sterminiamo coi pogrom oppure li facciamo morire nei kampi.
La loro cultura cozza maledettamente con l'organizzazione sociale: non rispettano la proprietà, preferivano darsi ad attività artigianali autonome, essendo andate in crisi le attività artigianali che svolgevano in autonomia, non gli resta che sopravvivere come possono: questi sono i dati i di fatto reali. Per di più hanno anche un concetto di famiglia del tutto particolare, che può mettere in crisi anche la struttura familiare come è codificata, vivono in famiglie di circa una sessantina di persone e con rapporti parentali del tutto particolari, un concetto di famiglia allargato e comunitario. I Rom sono perseguitai in Romania non solo per questi motivi , diciamo sociologici, ma per dei ben precisi motivi economici: il primo è che la Romania con l'entrata in Europa deve adeguarsi ai ritmi produttivi europei e il secondo, molto importane , per la sua posizione strategica in merito alla distribuzione dei corridoi che portano gas e petrolio .Per la Romania, Moldavia e Bulgaria transitano gli idrocarburi provenienti da Caspio, Asia Centrale e Russia destinati all'Europa: sono presenti compagnie come la Petrotel a maggioranza della Lukoil russa, la Petromidia controllata dalla Rompetrol Group, la Petrom dell'austriaca Omv: E' in costruzione l'oleodotto Costanza-Trieste (il Pan-European Oil Pipeline) che partendo dal porto rumeno di Costanza raggiungerà Pancevo in Serbia per connettersi alla Adria pipeline per raggiungere il porto giuliano, snodo per Austria, Germania e Italia. Al fine di ridurre la dipendenza energetica dalla Russia e di aumentare la propria capacità di trasporto di gas naturale la rumena Transgas partecipa, insieme a compagnie bulgare, ungheresi, austriache col sostegno dell'Unione Europea al gasdotto NABUCCO che servirà a trasportare il gas proveniente dal Caspio e dall'Asia Centrale bypassando la Russia.

Non è che le persecuzioni e i pogrom si fanno perché si è cattivi, si fanno per delle motivazioni economiche politiche e geopolitiche ben precise. Che "ci azzeccano"i Rom con la loro presenza disturbante e nulla collaborativa a questi progetti?
DEBBONO ESSERE ELIMINATI.

E' facile prevedere una nuova ondata xenofoba e una nuova persecuzione contro questa etnia in tutta l'Europa dell'Est e dintorni. E' facile prevedere altre cose "spiacevoli". L'Italia col suo ruolo scalcinato non è che il laboratorio per cose ancora peggiori che dovranno accadere.

Chi sono quelli che fanno le ronde contro i Rom?
Abbiamo visto che hanno gli stessi problemi di disoccupazione, droga e alcolismo, situazione abitativa disagiata e così via: ma sopratutto nel napoletano sono gli stessi che stanno alle prese col tema C= MONDEZZA, è vero Ponticelli ha fatto scuola ed ora le ronde ci sono ovunque, però a Ponticelli quelli che danno fuoco ai campi Rom sono gli stessi che danno fuoco alla mondezza!
Non solo ma chi è soggetto ai roghi e chi scappa dai roghi fa da manovalanza alle rispettive mafie: un rondò veramente tragico!

E qui bisogna parlare delle elezioni e io dico quello che ho detto ai compagni che mi stanno più vicini, facendoli scandalizzare pure, guardate che le elezioni non le ha perse solo la sinistra istituzionale, le abbiamo perse pure noi rivoluzionari, perché un 5 per cento più o meno di astensionismo con tutta la campagna astensionista che è stata fatta, perché a questo giro l'hanno fatta tutti! è basso, è stazionario, con tutta la caterva di morti sul lavoro che c'è, è una percentuale bassa! mentre i dati di chi va a votare restano stabili.
A maggior ragione non sono soddisfatta del risultato elettorale quando vedo che tutti quelli che sono andati a votare votano su posizioni reazionarie xenofobe e alla ricerca della SICUREZZA. Vogliamo essere contenti che c'è un 5 per cento di persone che non sono xenofobe e non cercano sicurezza?
Gli altri compagni hanno il diritto di esserlo, io non lo sono!
In ogni caso il risultato voluto di vedere chi fa ronde contro chi le subisce è stato ottenuto, almeno su questo sarete d'accordo con me, almeno su questo!

Approfondendo il tema C= MONDEZZA scopro che ci sono i Rom che sono mondezza e vivono nella mondezza perennemente, e ci sono i napoletani che pure loro vivono nella mondezza e nel problema delle discariche perennemente; invece delle Banlieues avvengono i pogrom.
Invece di riconoscersi compagni in questa mondezza che ci travolge tutti si da la caccia al presunto colpevole di una mondezza presunta e non si vede come si gioca sulla pelle dei meridionali con gli affari della mondezza. Comunque è stato detto che mercoledì sarà risolto il problema mondezza:con un commissario nazionale ad hoc?

Certo che trovarsi ad affrontare una prevedibile EMERGENZA EPIDEMIE con il caldo in mezzo alla mondezza senza una Ministero della Sanità sarà dura assai, pure per il cavaliere antennato, che è uomo dalle molteplici risorse; beh si può sempre ricorrere ad un commissario nazionale per le EPIDEMIE! oppure si possono ampliare i corridoi della mondezza ,in questo caso, verso i paesi del terzo e quarto mondo: ottimo sistema per incrementare l'esodo, quello vero! ossia le migrazioni, così si possono fare commissari nazionali per altre etnie ed entrare in una spirale di EMERGENZE che non hanno ritorno e soluzioni.

PERCHE' POI LA REALTA' E QUESTA CHE IL SISTEMA CAPITALE E' ARRIVATO AL PUNTO CHE NON HA PIU' SOLUZIONI PER LE CORRENTI EMERGENZE CHE HA CREATO.

E la summa,la summa di tutte queste EMERGENZE e questa spasmodica ricerca di SICUREZZA dove arriva?
arriva al nuovo ministero del Welfar che accorpa
LAVORO, SALUTE, E POLITICHE SOCIALI.

Facile capire cosa significa questo accorpamento : che chi non LAVORA non avrà CURE MEDICHE e non avrà POLITICHE SOCIALI (fra l'altro chi le ha viste mai da un bel pò?).

Significa che a un lavoro dequalificato, di scarto, precario, deve corrispondere una sanità dequalificata di scarto, una politica sociale di scarto, e questo non solo per il Sud.
Se è già di scarto ora pensatevi in futuro!

Come dicevo nel Sud Ribelle: il sud è trasversale, il Sud lo trovi appena giri l'angolo del grattacielo, a via Montanapoleone come a Manhattan, non sta solo al Sud d'Italia o al Sud del mondo.

vittoria
L'avamposto degli Incompatibili