Questo è un appello che faccio alle donne, perchè si trovi il coraggio di ragionare, di riprendere in mano il proprio destino di respingere ogni speculazione sulla nostra pelle.
Bisogna finire d'essere carne da macello, non solo nelle guerre, bisogna finire, perchè qui si sta diventando carne da macello non solo per gli stupratori.

Prendere in mano la nostra vita senza delegarla, autorganizzarci, basta chiedere soccorsi che poi diventano pretesti per l'accelerazione della deriva sicuritaria.

Partendo dagli ultimi feroci episodi di stupro, si è giunti a: Berlusconi
"C'è una proposta del ministro Maroni condivisa dal ministro La Russa per aumentare di 10 volte il numero dei militari che, invece di essere un esercito che fa la guardia nei confronti del deserto dei Tartari, sarà utilizzato per combattere l'esercito del male. cioè la criminalità diffusa".

Questo è stato detto in riferimento alle ultime vittime degli stupratori.diciamo forte

NON IN NOSTRO NOME!

Che i militari di ronda sarebbero stati aumentati lo sapevamo, già lo avevamo previsto: non IN NOSTRO NOME! non adoperatici da SCUDI UMANI per le vostra bisogna. Avete deciso di aumentare i militari? bene fatelo, ma non adoperate le donne come scudi umani, è una scusante che non regge proprio, per una serie di evidentissime ragioni, la prima, la più lampante è che i militari e gli eserciti hanno praticato DA SEMPRE e praticano lo stupro come arma da guerra e l'altra, l'altra è che non serve, in quanto ogni società patriarcale o capitalista vede sempre la sottomissione dei settori più indifesi della società, indifesi dico, non DEBOLI, c'è tanta debolezza nella vostra presunta e proclamata forza!
forza delle armi, forza del denaro, forza del potere, ma debolezza politica ,etica, intellettuale. Mandate il mondo in rovina per il vostro profitto e vorresti proporvi come i salvatori dalle nefandezze? Voi, voi ,che padroni di questo Sistema, siete la causa di tutte le nefandezze?

E' ora che le donne comincino a parlarsi seriamente sulle cose che non riguardano solo loro, no, non solo loro, è ora che noi donne affrontiamo questo problema in maniera cosciente e consapevole.
Non sto a ripetere le cifre, le cifre che sono note e stranote ; che i casi di violenze e stupri avvengono in FAMIGLIA è un dato di fatto acquisito. che gli stupri poi sono in calo lo dicono loro stessi

http://www.corriere.it/cronache/09_gennaio_23/stupri_roma_statistica_d30f4164-e995-11dd-8250-00144f02aabc.shtml

Ci sono però una serie di problemi reali che noi donne dovremmo avere la capacità di decifrare, di decodificare.
Intanto questo calo è un dato reale o le donne tornano ad avere paura e non denunciano? visto che tra l'altro su i casi che vengono alla luce si fa tanta bagarre?
Io incomincio a pormi il problema, perchè mi pare strano che ora i maschi italiani siano diventati improvvisamente tutti dei bravi ragazzi, sorpassati in maniera così esponenziale dagli stranieri. Gli stupri in famiglia ora vengono alla luce o sono à la page solo quegli degli stranieri? Pare che per la famiglia vadano alla grande gli ammazzamenti, ora come ora, visto che tutto fa brodo per ancora più militari, ancora più telecamere, ancora più controllo: attente donne che ci troveremo con il braccialetto elettronico per "proteggerci",
del resto non fanno tutto per proteggerci sempre? dal Papa a l'ultimo cavaliere o col mazzo di rose o con lo cheque?
Ma quale Don Chisciotte e Dulcinea?, quale Rossana e Cyrano?, qui sempre Carlo Martello fra le cosce e sul collo!
Attente DONNE, ragioniamo e diciamoci delle verità anche scomode, verità che per buonismo vengono taciute.
Siamo in tempi cupi, tetri: guerre, mattanze, religioni che impazzano, tubi catodici che vomitano merda in continuazione, per lo più, e dentro, intorno a questo sfacelo una crisi economica "epocale", cosa credete che le persone diventano più "buone"? No, più "cattive"!, se non si riesce a trovare il filo di Arianna che tiri fuori TUTTI da; mors tua vita mea!
Stiamo tornando indietro su tutta la linea, quando c'è una arretramento economico a questo si accompagna sempre un arretramento politico, culturale, di rapporti umani, invece del padre ubriaco che tornava la sera e mazzolava moglie e figli autoctoni di un tempo, trovi magari il randagio che ti mazzola di brutto, ma la sostanza è la stessa, è la stessa! la matrice del problema è lo stesso, è lo stesso!.
Il degrado, la miseria, la disperazione, trova la valvola di sfogo bella e pronta,: l'hanno fatta apposta la famiglia per quello! con : donna, moglie figlia, sorella...nipotina e con i bambini, non scordiamoci mai dei bambini nelle nostre lotte di liberazione, perchè loro subiscono come e quanto noi!
Pensate allora a questa massa di disperati autoctoni e no che si sommeranno e che su gli indifesi getteranno le loro frustrazioni, le loro sconfitte. Pensate a noi che possiamo diventare una scusante per i progetti più truci e troviamo la forza di dire
NON IN NOSTRO NOME!
Sarebbe un affronto che si somma ad un affronto.

Perchè è lì, è lì, che ci stanno portando, a quel punto: alla guerra tra poveri e disgraziati perchè loro possano fare la guerra senza problemi contro tutti noi, maschi e femmine, autoctoni e stranieri.

Io con le femministe non sono mai andata d'accordo, io sono rimasta a Clara Zetkin, alle Mujeres Libres, anarchiche spagnole, io sono stata sempre con l'idea di quelle compagne e donne che hanno capito che non è una lotta fra sessi, no, è una lotta contro i ruoli voluti dal capitale, contro i ruoli che vedono il dominante e il sottoposto, che sono i ruoli su cui poi si modella tutta la società che vede divisi in padroni e servi.
Del resto come sono finite tutte costoro e la loro guerra al maschio? sono finite a fare i maschi pure loro, o in carriera, o in politica o indossando una divisa, sono finite a chiedere le quote rosa per loro, le altre andassero a fare le precarie e le serve, la stessa logica di qualsiasi politicante maschio.
Andate a fare in culo, che qui il gioco si fa duro!

No non è lotta fra maschi e femmine, è un aspetto della lotta generale della lotta di classe!
Non vi piace? non vi convince?
Spiegatemi allora che liberazione umana cercate se la cercate solo per una parte e non per l'umanità intera.

vittoria
l'Avamposto degli Incompatibili
www.controappunto.org

i