COMUNICATO CONGIUNTO DELLE FARC-EP E DELL'ELN


Le Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia - Esercito del Popolo,
FARC-EP, e l'Esercito di Liberazione Nazionale della Colombia, ELN,
rendono noto al popolo colombiano e latinoamericano che:

1. i comandi guerriglieri si sono recentemente riuniti sulle montagne
della Colombia, in un clima di cameratismo, fraternità e rispetto
mutuo, concordando quanto segue:

a: l'attuale regime di Uribe Vélez si caratterizza come nemico della
pace, guerrafondaio convinto, generatore di miseria per le vaste
maggioranze nazionali e cortigiano della politica imperialista nei
confronti dei nostri popoli e nazioni.

b: in virtù del suddetto carattere, ratifichiamo che fino a quando
il governo illegittimo di Alvaro Uribe Vélez persisterà nelle sue
politiche fasciste e militariste, non intraprenderemo nessun processo
di avvicinamento politico e dialogo nazionale.

c: tuttavia, reiteriamo la nostra vocazione di pace e di ricerca di
soluzioni politiche al conflitto sociale ed armato che dissangua la
nostra Colombia.
A tal scopo, continueremo a:

- dare impulso a tutti i processi politici che propendano per la
pace con giustizia sociale e la ricerca di alternative politiche
contro il Plan Colombia e l'ALCA;
- ratificare la politica di scambio dei prigionieri di guerra e dei
detenuti in potere delle parti;
- spalleggiare le lotte del popolo colombiano contro le funeste
privatizzazioni, la repressione contro tutte le giuste proteste
sociali, i tagli ai diritti alle pensioni e l'aggiustamento fiscale,
e in difesa del patrimonio pubblico e della sovranità nazionale.

d: chiamiamo il popolo colombiano e l'opinione pubblica
internazionale a mobilitarsi e a denunciare le politiche
antidemocratiche dell'attuale governo, che cerca di decurtare le già
poche libertà civili, cittadine, democratiche e politiche attraverso
l'applicazione dello statuto antiterrorista, la politica
della "Sicurezza Democratica" ed il coinvolgimento della popolazione
civile nella guerra.

e: ci opponiamo al Referendum convocato dal regime, per i prossimi
giorni, al fine di perseguire l'autoritarismo militarista e la
svendita della nostra sovranità nazionale con il consolidamento del
terrorismo di Stato.

f: riaffermiamo che, di fronte all'attuale crisi sociale e politica
che colpisce i colombiani, l'imperativo per tutte le forze
democratiche, patriottiche, rivoluzionarie e guerrigliere dev'essere
quello di lavorare per la costruzione e la conformazione di un nuovo
governo democratico e patriottico, che indirizzi una volta per tutte
il processo di ricostruzione ed unità nazionale in un quadro di
difesa della nostra sovranità e della dignità delle maggioranze
nazionali.

2. Con l'impegno di fare della Colombia una patria giusta per tutti,
le FARC-EP e l'ELN persisteranno con rinnovati forze e brii
rivoluzionari nei cammini tracciati nel corso dei nostri trentanove
anni d'esistenza, mantenendo alte le nostre bandiere unitarie,
patriottiche ed antimperialiste.

CONTRO L'IMPERIALISMO, PER LA PATRIA.
CONTRO L'OLIGARCHIA, PER IL POPOLO.
FINO ALLA VITTORIA FINALE!

LA COLOMBIA PER I LAVORATORI
NON UN PASSO INDIETRO
LIBERAZIONE O MORTE!

Segretariato dello Stato Maggiore Centrale
Per le FARC-EP

Comando Centrale
Per l'ELN


Montagne della Colombia, luglio del 2003