Novità da Ralco

All’interno della Campagna Contro Benetton è stato proiettato in più parti il video sulla centrale idroelettrica in costruzione a Ralco (Cile), in territorio mapuche. Il video in questione, pur se con molti limiti, documenta la lotta del popolo mapuche contro questo progetto nocivo che inonderebbe il loro territorio.

Secondo i progetti dell’Endesa, multinazionale spagnola dell’elettricità responsabile di tale attacco all’ambiente ed alla popolazione originaria, la centrale dovrebbe entrare in funzione a partire da settembre 2003. Di fatto l’ostacolo da superare resta solo quello di alcune famiglie mapuche che ancora resistono alle offerte economiche dell’Endesa per permutare i loro terreni.

La novità, di questi giorni, viene da un tribunale civile di Santiago del Cile che ha dichiarato nulle le procedure amministrative che portarono all’approvazione della valutazione d’impatto ambientale per la centrale di Ralco.

In teoria questa sentenza potrebbe bloccare i lavori per la costruzione di altre centrali lungo il corso del fiume Bio-Bio e rimettere in discussione le permute dei territori mapuche. Ma è ancora presto per capire cosa si deciderà in proposito. L’Endesa ha già preannunciato che ricorrerà contro la sentenza.

Ciò che risulta evidente è che ci sono state molte forzature per far approvare a suo tempo il progetto; alcune delle quali stanno venendo fuori adesso.

Nel frattempo, purtroppo, la repressione ha fatto il suo corso condannando alcuni mapuche per atti di sabotaggio contro l’Endesa e militarizzando tutta la zona. Nel corso degli anni questo atteggiamento fortemente repressivo dello Stato cileno ha stemperato di molto la lotta contro la centrale, isolando le anziane del villaggio da un appoggio solidale.

Le vittorie ottenute con metodi legalitari a poco servono, se poi un’intera comunità è stata disgregata. La comunità di Ralco è andata in frantumi di fronte all’attacco della multinazionale, con mapuche che hanno accettato le permute ed altri che hanno resistito.

Endesa, Benetton ed altre multinazionali si comportano tutte nella stessa maniera. Le uniche vittorie sono quelle che riusciamo ad ottenere con la lotta, con l’azione diretta. Non solo, ma questi giganti del profitto vanno colpiti in ogni dove, senza tregua.

Marici Weu!!! Dieci volte vinceremo!!!

Campagna Contro Benetton
Utopia '73