Storia, memoria e lotta in Grecia

LA RIVOLTA NON NASCE PER CASO

Dopo l'occupazione Nazifascita del 41 della Grecia, nasce un forte movimento di resistenza partigiana, per contrastare la resistenza i nazisti in collaborazione con il governo fantoccio di Rallis armarono nel 43 i Battaglioni di Sicurezza agli ordini del capo delle SS in Grecia Walter Simana.

Anche la resistenza Greca fu tradita nel 44 ci fu un governo di unità nazionale, con primo ministro Papandreu. Nel dicembre 44 una manifestazione al centro di Atene che contrastava il disarmo della resistenza fu repressa nel sangue, su ordine degli inglesi: 28 morti.

la guerra civile riprese nel marzo 46 e tremino' nel 49 con la sconfitta della sinistra e messa fuori legge del KKE, molti compagni dovettero emigrare per sfuggire alla repressione e alla tortura. Fino al 52 colla sconfitta della sinistra la CIA ordinò governi monocolori, l'instabilità di questi governi e la riottosità dei Greci e necessità di controllo geopolitico discendenti dall'accordo di Yalta e per il controllo della potenza sovietica e portò al colpo di Stato: Operazione CHAOS firmata CIA.

Nella notte fra il 20 e il 21 aprile fu attuato il Golpe dei colonnelli alle 2,30 un gruppo di paracadutisti occupò il ministero della difesa.Le Unità Mobili della Polizia Militare arrestarono 10.000 oppositori su liste già pronte.

A detta dei golpisti il colpo di Stato fu fatto perché gli anarcocomunisti erano infiltrati nella burocrazia, nelle università un po' ovunque!

Stretti ed intensi furono i legami tra i golpisti greci e i fascisti Italiani: MSI, Ordine Nuovo e Avanguardia Nazionale, stretti ed intesi i rapporti coi servizi segreti italici del SID.

Per tutto il tempo che la dittatura fascista restò al potere furono sciolti i partiti politici ed imperarono i tribunali speciali:migliaia di oppositori vennero imprigionati o esiliati, molti compagni dovettero fuggire dalla Grecia.LA TORTURA VENIVA APPLICATA IN MODO SISTEMATICO:nel 69 un conto per difetto di Amnesty parlava di 2000 torturati

Negli anni fra il 1967 e il 1972 l'opposizione greca si organizzo, malgrado le spie fasciste all'interno e all'esterno della Grecia, si organizzo e resistette fieramente alle incarcerazioni senza processo e alle torture.

Nel 1 novembre del 1968 il funerale di Papandreu fu un grande manifestazione contro la giunta militare contro il divieto di partecipare al funerale

Erano gli anni del 68 e 69 il clima generale internazionale stava cambiando sulla "onda" delle rivolte di quegli anni.

Il 28 marzo del 1969 il funerale di Giorgio Seferis scrittore, detenuto e torturato fornì l'occasione per una nuova dimostrazione di ribellione ai fascisti.

Migliaia di persone furono esiliate, messe al confino nelle isole più disabitate.

Nel 70 lo studente greco Kostas Georgakis a Genova si bruciò per protesta contro i militari fascisti, la sua spoglia mortale dovette attendere 4 mesi per tornare in Grecia per timore delle rivolte popolari.Il Giovane Kostas è ricordato come colui che dette inizio alle rivolte del politecnico e delle rivolte studentesche.

Il 25 novembre 1973 gli studenti del Politecnico di Atene danno inizio alla rivolta, i lavoratori si unirono ai giovani studenti.

il 17 novembre Papadopoulos ordina all'esercito di entrare nel politecnico, segue la "regolamentare" e sanguinosa repressione.

Questi brevi e sommari cenni per dire che si è vero questa rivolta ha motivazioni legate alle condizioni attuali, e alla crisi attualmente in divenire, ma anche radici antiche e NON DIMENTICATE.

Sempre in Grecia si commemorano e si ricordano gli eroi della resistenza Greca.

Senza memoria non c'è presente non c'è futuro, non c'è riscatto.

ONORE AI COMPAGNI E AL POPOLO GRECO IN LOTTA!

Vittoria

http://www.informa-azione.info/grecia_manifestazione_annuale_contro_il_regime_dei_colonnelli

Atene, Grecia 17/11/07 - Circa 20.000 manifestanti hanno marciato per la capitale greca in occasione dell'anniversario della rivolta studentesca messa in atto contro il regime militare 34 anni fa. Il corteo è partito dal politecnico di Atene, dove gli studenti nel 1973 misero in atto la rivolta repressa della dittatura dei colonnelli.

La marcia si è conclusa davanti all'ambasciata americana, che tra il 1964 e il 74 offrì supporto al regime.

Un gruppo di manifestanti ha ingaggiato brevi scontri con la polizia, ma non si registrano feriti nè arresti.

http://www.youtube.com/watch?v=UsHCarwqRQI&feature=related

http://www.youtube.com/watch?v=UiFgnog-914&feature=related