2 agosto 1980 e che data è ?


2 agosto 1980 la data

10,25 l'ora
sala di aspetto seconda classe di  Bologna il luogo
10,25 l'ora
85 i morti più di 200 i feriti.
 
il 2 agosto del 2009 leggo che i giovani non sanno di questa strage, o chi ne ha conoscenza crede che è una strage compiuta dalle Brigate Rosse.
 
Di che meravigliarsi? c'è clima di riconciliazione, di riappacificazione in Italia, con tanto di abbracci e baci, e fra baci e abbracci rossi, neri diventano nella notte della inconsapevolezza  diffusa tutti.... gatti grigi.
E chi ha più memoria dei Lupi Grigi Turchi?
Una cosa mi viene spontanea da dire, però, ora è risaputo che la scuola del padrone ti insegna.... la storia del padrone soltanto: un tempo però,  i giovani volevano sapere e conoscere anche la  storia che non era del padrone, e quella te la devi cercare da solo; ti devi dedicare a questa ricerca e costa fatica, tempo, sacrificio anche, un fatica , del tempo , del sacrificio che non è gettato a al vento, anzi tuttaltro:  chi non conosce il passato non ha cognizione del presente, e come può sognare ed aspirare a COSTRUIRE un futuro?  si accontenterà del futuro che gli hanno approntato.
Stateci attenti giovani, che il futuro che vi servono in una scodella, di infima qualità sempre! state sicuri, è una brodaglia avvelenata.
E mollate l'Ipod per un po', ragazzi, mollate la playstation per un po', ragazzi! e incominciate a farvi domande, a porvi interrogativi sul passato, che da queste domande scaturiranno interrogativi grossi sul presente pure.
 DI  STRAGI DI STATO IN ITALIA CE NE SONO STATE TANTE! e vi assicuro non erano BR, erano stragi dei fascisti in collaborazione cosi soliti "servizi deviati", quelli che ancora continuano a "deviare", e qui in Italia è tutto un "deviamento" dalle Stragi dei fasci a quelle delle mafie.
Non solo in Italia, a dire il vero, basta pensare ai golpe dell'America Latina, o all'"avventura" fascista in Grecia: ovunque al mondo troverete i "deviatori". Il mondo è pieno di "deviatori" ragazzi, e quando scopri questo scopri, che poi non di deviazioni si tratta ma di un treno che va su delle  rotaie che sanno dove debbono arrivare coi loro manonovratorii , i loro conduttori e i loro Capi Stazioni.
Ed anche scoprirete che in merito alle  Stragi di Stato c'è la classifica, ci sono quelle che destano più commozioni e quelle che sono più...scomode, quelle che è meglio, non commemorare tanto, lasciarle passare in sordina.
Proviamo a capire insieme perché.
 
Intanto la natura dell'esplosivo nella strage di Bologna, che era di fabbricazione militare, poi il luogo dove fu posto: su  un tavolino portabagagli sotto il muro portante dell'ala ovest della stazione, allo scopo di aumentarne l'effetto, la qualcosa permise, in prima battuta, al governo Cossiga e alle forze di polizia di dire che era stato un incidente dovuto allo scoppio di una caldaia.
Depistaggio che durò lo spazio di un mattino, allora erano tempi in cui la consapevolezza era vissuta, si viveva nella consapevolezza!
Fatto sta che già il 26 agosto uscirono fuori i nomi degli appartenenti ai Nuclei Armati Rivoluzionari, scarcerati tutti nel 1981 perché la verità su quella strage non si venne mai a sapere per i depistaggi dei "deviatori"
Leggetevi quei nomi e vedrete quanti di questi sono in circolazione ancora, più o meno riciclati.
Del resto i depistaggi dei servizi "deviati" furono molteplici, il più eclatante fu un episodio in cui vertici del SISMI fecero porre su un treno a Bologna, da un sottufficiale dei carabinieri una valigia colma di esplosivo dello stesso tipo di quello adoperato per la strage di Bologna.
il 15 marzo 19991 Cossiga, divenuto presidente della repubblica, disse di essersi sbagliato a definire la strage "fascista", che era stato "deviato" pure lui dai servizi!
Il 23 novembre 1995 furono condannati all'ergastolo quali esecutori materiali Fioravanti e Mambro, nel contempo l'ex capo della Loggia P2 Lucio Gelli, l'ex agente del SISMI Francesco Pazienza ed alcuni ufficiali del servizio segreto militare furono condannati per depistaggio delle indagini.
il 9  giugno del 2000 la Corte di Assise di Bologna emise ulteriori condanne sempre per depistaggio ad estremisti destra e all'ex direttore del SISMI di Firenze.
I mandanti della strage non sono mai stati scoperti, si dice ufficialmente, sui libri di Storia.
Beh con tutti questi pezzi da novanta di "deviatori",è evidente chi è il mandante primo: lo STATO.
e quando si dice LA STRAGE E' DI STATO
non vale per Bologna soltanto ma vale per tutte le stragi.
Qui vi raccontano, ragazzi, sui libri di Storia e in TV, dai professori ai magistrati che non dello Stato si tratta, ma di Pezzi "deviati" dello Stato.
E fermatevi a pensare una cosa, che da Portella della Ginestra, ad Ustica, al Caso Alpi.... fino alla strage di Capaci, sempre in pezzi "deviati" dello Stato ci si imbatte!
Una "deviazione" lunga, radicata molto...e allora? di una "deviazione" si tratta? Oppure è ...lo STATO delle cose presenti.
Ragionateci su che il futuro non si aspetta, il futuro si conquista!
 
E intanto, intanto che ci ragionate su, giovani, ragionateci non solo colla testa ma col cuore anche, per tutte le vittime invendicate non solo di queste stragi ma del mondo intero, che qui, lo sapete le stragi si succedono alle stragi nella Storia, ieri ,oggi, sempre.
 
E quando penserete a noi compagni vecchi, ai nostri dolori, ai nostri esili, alle nostre galere, ai nostri momenti belli e a quelli  i cui non potevamo, non potevamo essere belli!
ricordateci sempre come dice Brecht.
 
E MANDATE SEMPRE A FARE IN CULO TRADITORI E DEVIATORI.
 

A quelli nati dopo di noi

Veramente, vivo in tempi bui!
La parola disinvolta è folle. Una fronte liscia
Indica insensibilità. Colui che ride
Probabilmente non ha ancora ricevuto
La terribile notizia.
Che tempi sono questi in cui
Un discorso sugli alberi è quasi un reato
Perché comprende il tacere su così tanti crimini!
Quello lì che sta tranquillamente attraversando
Forse non è più raggiungibile per i suoi amici
Che soffrono?
È vero: mi guadagno ancora da vivere
Ma credetemi: è un puro caso. Niente
Di ciò che faccio mi da il diritto di saziarmi.
Per caso sono stato risparmiato.
(Quando cessa la mia fortuna sono perso)
Mi dicono: mangia e bevi! Accontentati perché hai!
Ma come posso mangiare e bere se
Ciò che mangio lo strappo a chi ha fame, e
Il mio bicchiere di acqua manca a chi muore di sete?
Eppure mangio e bevo.
Mi piacerebbe anche essere saggio.
Nei vecchi libri scrivono cosa vuol dire saggio:
Tenersi fuori dai guai del mondo e passare
Il breve periodo senza paura.
Anche fare a meno della violenza
Ripagare il male con il bene
Non esaudire i propri desideri, ma dimenticare
Questo è ritenuto saggio.
Tutto questo non mi riesce:
Veramente, vivo in tempi bui!
Voi, che emergerete dalla marea
Nella quale noi siamo annegati
Quando parlate delle nostre debolezze
Anche i tempi bui
Ai quali voi siete scampati.
Infatti, caminavamo, cambiando più spesso i paesi delle scarpe, (*)
Attraverso le guerre delle classi, disperati
Quando c'era solo ingiustizia e nessuna rivolta.
Eppure sappiamo:
Anche l'odio verso la bassezza
Distorce i tratti del viso.
Anche l'ira per le ingiustizie
Rende la voce rauca. Ah, noi
Che volevamo preparare il terreno per la gentilezza
Noi non potevamo essere gentili.
Ma voi, quando sarà venuto il momento
In cui l'uomo è amico dell'uomo
Ricordate noi
Con indulgenza.

 
http://www.youtube.com/watch?v=HXTdU6X-i2I

 
vittoria
L'Avamposto degli Incompatibili

HOME PAGE