TA’AYUSH – CHI SIAMO

 

 

Noi, cittadini arabi e israeliani, che viviamo circondati da muri e barriere di metallo: muri di segregazione, razzismo e discriminazione tra israeliani e arabi all'interno d'Israele, muri di chiusura ed assedio che circondano i palestinesi nella Cisgiordania occupata e nella Striscia di Gaza. Muri di guerra che circondano tutti gli abitanti di Israele, affinchè Israele rimanga una fortezza armata nel cuore del Medio Oriente.

Nel 2000 ci siamo riuniti per fondare insieme Ta'ayush" (dall'arabo "vite in comune"), un movimento di arabi e israeliani che lavorano per far cadere i muri del razzismo e della segregazione attraverso la costruzione di una vera società Arabo-Israeliana. Un futuro di eguaglianza, giustizia e pace può iniziare oggi tra noi, attraverso concrete, quotidiane azioni di solidarietà per mettere fine all'occupazione israeliana nei territori palestinesi e per realizzare una piena civile parità per tutti i cittadini che vivono in Israele.

Ci serve il vostro sostegno finanziario. Così come i brutali attacchi su Gaza continuano, i meno visibili, ma non meno violenti assalti in Cisgiordania persistono.

Per oltre sei anni gli attivisti di Ta'ayush con gli attivisti di altre organizzazioni, insieme a locali e internazionali, hanno lottato contro i continui tentativi di espellere i palestinesi  nella regione a sud di Hebron.

Nel loro tentativo di costringere i palestinesi a lasciare la loro terra, i coloni hanno avvelenato l'acqua e le greggi di pecore, sradicato ulivi e aggredito quotidianamente i palestinesi e gli attivisti che li proteggono.

L'anno scorso, un altra silenziosa espulsione è stata intrapresa proprio nel sud di Betlemme, dove 20,000 palestinesi sono stati rapidamente rinchiusi in un enclave che sarà definitiva. Questi palestinesi sono tagliati fuori dall'assistenza medica, l'istruzione e il lavoro.

Nei mesi passati, i soldi di Ta'ayush sono diminuiti ed è difficile per il movimento pagare costi basilari come i trasporti (da e per Gerusalemme)così come altre spese correlate. Pertanto chiediamo a voi di sostenere con delle donazioni le nostre attività nella regione. Alcune di queste attività sono:

 

 

BAMBINI DEL SUD DI HEBRON : Lo stretto rapporto che abbiamo creato con i bambini del sud di Hebron ha creato le basi per costruire un rapporto anche con gli adulti dell'intera comunità. Le capacità dei bambini di vivere una vita quasi normale è la chiave per fermare l'imminente espulsione di questa comunità di palestinesi che vive in condizioni molto primitive. Se i bambini non avranno la possibilità di frequentare la scuola i genitori saranno costretti a lasciare la regione.

Diversi anni fa abbiamo cominciato ad accompagnare i bambini lungo la strada che dalla casa li conduce a scuola e viceversa, da quando hanno iniziato ad essere regolarmente aggrediti dai coloni. Mentre l'anno scorso i militari israeliani si sono assunti la responsabilità di accompagnare loro i bambini, di volta in volta gli attivisti si assicurano che i militari rispettino il loro impegno.

Durante l'estate degli ultimi 4 anni, abbiamo organizzato dei campi estivi. Questi campi hanno avuto molto successo e sono per molti aspetti un raggio di luce e di speranza per questi bambini. Cerchiamo di acquistare per i bambini cartelle ed equipaggiamento scolastico ad ogni inizio d'anno.

 AGRICOLTURA : Un altro modo per assicurarci che questi palestinesi non siano espulsi è garantire il loro rapporto con la terra. Negli anni passati, le loro pecore sono state avvelenate dai coloni, gli ulivi sradicati e le coltivazioni distrutte. Noi ci assumiamo il compito di lotatre assieme a loro per mantenere il controllo delle loro risorse agricole.

Proprio sabato scorso( 3 febbraio), 25 attivisti hanno aiutato ad arare i campi e hanno protetto con la loro presenza i contadini dagli attacchi dei coloni. Sei differenti zone sono state arate. Per raggiungere queste zone si sono dovuti affittare 2 furgoni ($120 ciascuno). così l'intera attività è costata $240.

Almeno una volta alla settimana gli attivisti di Ta'ayush si recano nel sud di Hebron per attività di questo tipo. In rapporto ai diversi periodi dell'anno, lavoriamo copn i contadini arando, piantando ulivi e durante la raccolta delle olive. Spendiamo circa $1,000 al mese di trasporti.

AGGRESSIONI: I palestinesi sono regolarmente aggrediti dai coloni. Abbiamo lasciato un telefono cellulare ad uno degli abitanti e tutti i residenti lo possono utilizzare per chiamrci in caso d'emergenza. Ci costa circa $75 al mese di spese telefoniche.

Accompagniamo regolarmente i palestinesi residenti presso la Stazione di Polizia di Hebron per compilare le denuncie contro le aggressioni dei coloni. Se non li accompagnassimo sarebbe praticamente impossibile per loro raggiungere la Stazione di Polizia.

ASSISTENZA UMANITARIA ED AZIONI POLITICHE DI RESISTENZA: Sebbene cerchiamo di fornire assistenza umanitaria, crediamo che il nostro lavoro debba essere nel contempo politico oltre che fornire un sostegno economico per aiutare gli abitanti. Quando gli ulivi vengono sradicati, aiutiamo i residenti acquistandone altri e piantandoli insieme. Quando le pecore vengono avvelenate li aiutiamo a ricomprarle. Queste azioni sono eseguite ad hoc e sono la base per consentire ai palestinesi di resistere sulla loro terra.

CAUZIONI: La polizia spesso arresta attivisti, palestinesi, israeliani e internazionali, durante le manifestazioni di protesta. Il rilascio è frequentemente condizionato dal pagamento di una cauzione.  Proprio un paio di settimane fa 4 attivisti sono stati arrestati ed abbiamo dovuto pagare $1,500 per il loro rilascio. Così, Ta'ayush non solo deve coprire le spese di trasporto ma deve anche pagare le cauzioni (leggi l'articolo in inglese: http://www.palsolidarity.org/main/2006/11/03/khadr-olive-action/). L'uso delle cauzioni è un modo per punire gli attivisti e minare sistematicamente le loro azioni.

Taayush 2007 - http://www.taayush.org/